Articolo de il Venerdì di Repubblica del 2 aprile 2021.

Sciopero in Amazon: oggi due presìdi a Genova - 104 News

Un commento ironico ad un articolo di colore.

Abbiamo letto l’articolo di Riccardo Staglianò nel Venerdì di Repubblica dello scorso 2 aprile. Lo abbiamo letto emozionati, in piedi, come si conviene a dei provinciali quando un giornalista di un “giornalone” nazionale si degna di chinare lo sguardo su una piccola realtà di provincia.

Tutti pensavano di leggere un articolo d’inchiesta sul colosso che plana su una piccola realtà di provincia e invece ci siamo ritrovati dentro una soap opera.

L’articolo di Riccardo Staglianò nel Venerdì di Repubblica dello scorso 2 aprile ricade perfettamente nella tipologia degli articoli di colore, nel quale si tratteggia un ritratto sociologico più che una cronaca vera e propria, insomma il giornalista si diverte a raccontare le proprie impressioni colorando i fondali ed esaltando i personaggi, dove tutto viene reso caricaturale.

Spilamberto e gli attori della sfida vengono dipinti con modalità che per chi li conosce suonano quantomeno riduttivi:

  • siamo per caso un paesino “abbattuffolato nella nebbia padana”? Quando le nebbie fitte sono scomparse ormai da 20 anni.
  • Per quale motivo poi occorre chiamare un sindaco (per di più al secondo mandato e non un collega di redazione): “il ragazzo” (da noi a Modena quando si usa al ragaz, si intende un giovane inesperto a cui non puoi chiedere troppo: l’è un ragaz) oppure raccontare che nel suo ufficio sul busto di Garibaldi si vede una “spilletta … di Star Wars”, cosa aggiunge alla presunta inchiesta? Nulla, solo a trovare la macchia sulla camicia o il nodo della cravatta allacciato male. Cioè a rendere ridicolo il nostro interlocutore. Qual è la ragione per paragonare il sindaco a Mattei? Idem come prima. Un paragone impossibile per rendere ridicolo il nostro interlocutore.
  • Ha qualche utilità per la presunta inchiesta il commento su Maddalena Vandini che “mischia racconti dell’orrore …”,
  • o che Bonezzi ha un SUV (piccolo)?
  • Qual è il senso di apostrofare la nostra Cristina come “la dotta guida” ed affermare che “le critiche son più rare dei visitatori al pur bel Museo dell’aceto balsamico”. Cosa ne sa lui del Museo?
  • E divertirsi a sottolineare che a Spilamberto il “Gran Maestro dell’aceto balsamico … qui è una tacca sotto al Papa”.
  • Oppure a calcare la mano su “Bronvini” (almeno lo scrivessi bene il cognome). Lo ridicolizzi perché protesta contro il capannone di Amazon e poi ordina dei pacchi da Amazon stessa. Come se uno che intendesse protestare contro la TIM o contro le FS o contro la società Autostrade dovesse poi usare per forza i segnali di fumo, le carrozze o le strade statali. Non sai nulla di quella persona: perché devi prenderla come esempio dei NIMBY?

Riducendo tutte le persone in macchiette e si perde il tema dell’articolo: Amazon.

Poi, improvvisamente la storia si rompe, una persona pone delle domande vere, il giornalista resta nudo. Cinzia Ligabue, presidente dei commercianti di LAPAM chiede: perché Amazon non paga le tasse in Italia? Perché Amazon può lavorare anche nei festivi e nelle zone rosse? Tra dieci anni ci saranno ancora saracinesche alzate o solo un deserto commerciale? “Mi sembrano domande giuste da porsi”.

E il giornalista del “giornalone” commenta: “impeccabili proprie”. Tutto qui? Ti limiti a discettare sull’Amazon che c’è in noi?

Caro il nostro ragazzo di città, sei stato qui solo due giorni e pensi di aver capito tutto del nostro paesino. Hai semplicemente proiettato su di noi i tuoi stereotipi, stantii e scaduti come uno yogurt vecchio. Noi siamo complicati, ma tu di noi Spilambertesi non hai proprio capito nulla. E grazie per averci raccontato come NON siamo a tutta l’Italia.

Ma non preoccuparti: noi abbiamo il Balsamico, abbiamo le nostra aziende, abbiamo la nostra tradizione culinaria, abbiamo la nostra rete di volontariato e di associazionismo, abbiamo la nostra lotta partigiana, abbiamo una storia in cui abbiamo visto passare Romani e Longobardi, Imperatori e Papi, Tedeschi e Americani. Abbiamo avuto un confine internazionale per secoli all’Altolà e abbiamo un centro unico con due chiese che si guardano e si sfidano da 800 anni.

Non siamo certo preoccupati per l’articolo, mentre lo siamo un po’ di più per il mega capannone di Amazon, e vorremmo che qualcuno rispondesse alle preoccupazioni di Cinzia Ligabue e di Silvia Ferrari.

C.N

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...