Covid spaventa ma anche a Spilamberto a respirare aria velenosa si rischia la vita!

Photo by Pixabay on Pexels.com

 A illustrare la relazione tra le alte temperature di febbraio e i livello di Pm10 alle stelle è Luca

Lombroso, meteorologo Ampro (associazione meteo professionisti) dell’ Osservatorio geofisico Unimore. «Il permanere per diversi giorni di un forte campo di alta pressione – spiega Lombroso  (…) , unito alla mancanza di precipitazioni, ha contribuito nella seconda parte del mese all’ aumento della concentrazione di inquinanti come le Pm10. Questa condizione deriva dall’ instaurarsi di fenomeni di inversione termica, una condizione atmosferica caratterizzata dall’ aumento della temperatura con la quota. Questo fenomeno inibisce la dispersione degli inquinanti, che rimangono intrappolati nello strato d’ aria fredda a contatto con il suolo. Il meteo, insomma, favorisce l’ aumento dell’ inquinamento  (…)   ma di certo non può essere considerato il responsabile dell’ aria pessima che respiriamo, anche perché le temperature in aumento sono una cosa con la quale dovremo fare i conti». Lomborso ricorda quindi che «oggi c’ è molto che possiamo fare, e anzi dobbiamo fare, perché anche se non abbiamo bollettini quotidiani come per il Covid, noi stiamo morendo per l’ inquinamento, come confermano i 90mila decessi all’ anno in Italia per lo smog. (…) . Tornando al riscaldamento e al febbraio che ci siamo lasciati alle spalle, il meteorologo Unimore fa notare che «il febbraio degli ultimi tre anni è stato quello che fino a 20-30 anni fa era marzo: è come se oggi fossimo in anticipo di un mese. Così, abbiamo avuto 4 giorni con le temperature nella media del periodo, ma altri 24 decisamente caldi, e alcuni giorni, in particolare quelli compresi tra il 24 e il 26, con temperature da aprile». (…) «Adesso stiamo tornando alla normalità – riprende Lombroso – anzi, quasi alla normalità, nel senso che nel fine settimana, e in particolare nella giornata di domenica, avremo un calo delle massime e delle minime che ci porterà vicino ai livelli di inizio primavera». –

Luca Lombroso( Meteorologo)

05/03Gazzetta di Modena”L.G.”(pag. 17)

Nota

La centralina ARPAE per l’aria pulita, a cui fa riferimento il nostro territorio, si trova a Modena in Via Giardini. Noi ne vogliamo una anche a Spilamberto o in Terre di Castelli.

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...