AMAZONISTI DI SPILAMBERTO 7/2/21

Leggendo sui giornali locali le dichiarazioni del sindaco di Spilamberto ma anche le

esternazioni di un rappresentante del sindacato e di un rappresentante della confederazione artigiani, l’arrivo di Amazon sarà per Spilamberto estremamente positivo.

Infatti porterà lavoro per le famiglie e porterà opportunità per le imprese.

Le considerazioni rilasciate alla stampa sono veramente profonde, frutto evidente di un’analisi di alto livello, tali da rendere inutile qualunque contraddittorio in diversi di questi articoli.

Gli scettici, occasionalmente menzionati, sono ormai all’angolo. Questi dicono che ovunque nel mondo Amazon è criticata per la qualità del lavoro che crea lavoratori poveri (sono noti come “working poors”) e per la concorrenza sleale alle imprese, perfino quelle che vendono tramite il suo portale. Dicono addirittura che dei diritti dei lavoratori di Amazon si occupa Amnesty International, che normalmente si occupa di perseguitati.

Gli scettici citano poi Anne Hidalgo, il Sindaco di Parigi che ricorda come per 1 posto di lavoro creato da Amazon, più di 2 vengono persi dai negozi e dalla distribuzione. Citare il Sindaco di Parigi è veramente pleonastico!

A Umberto Costantini devono la loro gratitudine gli Spilambertesi di domani, per le meraviglie portate con Amazon, di cui ci siamo limitati in questa sede a menzionare i due soli aspetti del lavoro e delle imprese.

E allora il pensiero nasce spontaneo. In Italia ci sono paesi di provincia il cui nome sarebbe sconosciuto se non fosse legato a un personaggio famoso, ad esempio Castagneto Carducci, Roncole Verdi, Sasso Marconi etc. Perché non rinominare il nostro paese in “Spilamberto Amazon”?

Spinone Spilambertese

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, istituzioni, locale, Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a AMAZONISTI DI SPILAMBERTO 7/2/21

  1. dimer marchi ha detto:

    Queste dichiarazioni le dovremmo aggiungere a quelle sulla globalizzazione che avrebbe prodotto miracoli. Peccato che che il divario fra i ricchi e i poveri si sia fatto ancora più profondo e le disuguaglianze, sociali e ambientali, dilaghino; le crisi climatiche siano la regola.
    Peccato che in questo Paese, dopo qualche anno nessuno: o perché altrive collocato, o perché è cambiato il quadro politico, o perché: chi poteva immaginarlo, senta il dovere di rispndere di quello che ha dichiarato. L’elenco delle citazioni sarebbe lungo, anche a livello nostro….

    "Mi piace"

  2. dimer marchi ha detto:

    “altrove”/rispondere.

    "Mi piace"

Rispondi a dimer marchi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...