ANDERLINI: DEVO CONFESSARVI CHE NON HO VOTATO !

Allo scalo merci la «casa dell eroina» - PDF Free Download

Pur avendone diritto come consorziata, non ho trovato motivazioni per partecipare alle elezioni.

E voi?

Vi vedo un po’ persi, nonostante l’obiettivo della “massima pubblicizzazione” perseguito dall’Ente! 

Sto parlando delle Elezioni per il rinnovo del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Burana di Modena per il quinquennio 2021-2025 tenutesi dal 9 al 12 dicembre.

Strane elezioni democratiche queste appena terminate!

Presente una sola lista e con modalità ancora non conformi alla norma che prevedeva elezioni telematiche entro il 2012 al fine di aumentarne la partecipazione tutt’ora ferma all’1-2% degli aventi diritto (vedi Statuto dei Consorzi di Bonifica Emiliani Romagnoli approvati con Legge Regionale 5/2010).

Per questo motivo il tribunale di Piacenza, pochi giorni fa, ha confermato la sospensione delle elezioni per quella provincia ed ha ordinato all’Ente di provvedere a quanto necessario perché i consorziati possano votare telematicamente quanto prima.

Saranno quindi legittime le elezioni nelle altre sette province in cui invece il voto non è stato sospeso?

Oltre a questo grave problema di metodo, ve ne è uno di merito non meno scottante.

Come si può desumere dalla tabella, 126.000 votanti eleggono solo quattro consiglieri nella sezione 1, mentre 523 votanti eleggono ben cinque consiglieri nella sezione 4 creando una disparità di voto che potrebbe essere ritenuta non equa e quindi incostituzionale (art.48 della Costituzione “Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico…”).

Nello statuto dell’Ente all’ art.10 – SISTEMA ELETTIVO si legge:”

1. I componenti dell’ Assemblea sono ripartiti in quattro sezioni elettorali nelle quali sono inseriti i consorziati in maniera progressiva rispetto al contributo versato, a partire dai contributi di importo inferiore da ascrivere alla prima sezione, fino ad arrivare a quelli di importo più elevato da ascrivere alla quarta…”

Infatti nella sezione 1 sono inseriti tutti i proprietari di immobili che pagano una quota tra 12 e 50 euro circa annui, mentre nella sezione 4 i grandi proprietari terrieri.                              

Tutto questo sembra utile per mantenere lo status quo con l’avvallo della Regione che resta zitta ed immobile anziché esercitare un necessario controllo sulla gestione dei Consorzi da lei istituiti (L.R. 42/1984 dopo la nascita nazionale dovuta a Regi Decreti del 1933 tutt’ora in vigore).

Ad oggi è protocollata al Parlamento Europeo una petizione sull’argomento presentata da alcuni ex consiglieri della provincia.

Ecco il link:

https://www.europarl.europa.eu/petitions/en/petition/content/0446%252F2019/html/Petition-0446%252F2019-by-S.P.-%2528Italian%2529%252C-bearing-6-signatures%252C-on-the-situation-of-land-improvement-cooperatives-in-Emilia-Romagna%252C-Italy

Anderlini Fiorella

Nota di Redazione Queste forme di diseducazione al voto sai come cominciano ma non dove arrivano.

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ANDERLINI: DEVO CONFESSARVI CHE NON HO VOTATO !

  1. Federico Barbarossa ha detto:

    MI PIACE

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...