LE SINISTRE: “GLI ENTI LOCALI ACQUISISCANO LA EX SIPE DI SPILAMBERTO”

EX SIPE:  le sinistre chiedono  che l’area divenga pubblica,  per  bonificarla, per tutelare il bosco che si è creato e valorizzarne gli edifici storici.

ART Uno, Partito Comunista Italiano, Rifondazione Comunista e Sinistra Italiana di Unione Terre di Castelli ritengono  l’area della ex SIPE (Fabbrica di esplodenti che dette lavoro a migliaia di persone) un bene comune, la cui storia si è intrecciata con quella delle nostre comunità. Storia  che ha visto molte famiglie della zona annoverare tra i loro cari, dipendenti dello stabilimento,  Caduti sul  Lavoro.


Le Sinistre  chiedono   che il Comune di Spilamberto, aiutato  dall’Unione e dagli altri enti locali limitrofi , acquisisca  l’area , la bonifichi e tuteli gli edifici di valore storico, restituendoli così  alla collettività.  Da sottolineare che  i costi della Bonifica sono tuttora significativi e senza l’intervento pubblico è molto difficile trovare investitori disposti a sostenere  oneri  aggiuntivi rilevanti, 2-300.000 Euro per  la bonifica  militare  e circa altri  3 milioni di Euro per quella ambientale.

Trasformare la ex SIPE in un bene pubblico significa onorare la memoria di tutti quelli che sono deceduti sul lavoro,  conservare l’attuale  bosco di pianura con piante autoctone per compensare  parzialmente   questa situazione di massimo inquinamento in cui la nostra comunità vive e che sarà aggravato anche dalla presenza di Amazon a Rio Secco

L’area ex SIPE è senza destinazione e crediamo, come ha dichiarato  il Sindaco, che il Comune non debba approvare (né annunciare) varianti di alcuna sorta prima dell’approvazione del PUG,  riteniamo altresì  che si debba  evitare di alienare porzioni dell’area Sipe che lascino supporre future urbanizzazioni.

Le sinistre credono che serva un dibattito pubblico  in Consiglio Comunale di Spilamberto, in  tutti i comuni  dell’Unione Terre di Castelli e che occorra coinvolgere  i cittadini e le strutture intermedie di rappresentanza nel processo di riprogettazione  di questo significativo pezzo del  nostro   territorio.

ART Uno ( Gianni Balugani), Partito Comunista Italiano (Daniele Stefani), Rifondazione Comunista (Daniele Marsigli)  e Sinistra Italiana ( Dimer Marchi)

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...