Elezioni Vignola Candidati competenti o residenti?

SFIDANTILa Gazzetta del 9/7/20  affronta un  tema ; “I politici è meglio che siano esperti e competenti o  residenti nel comune che debbono amministrare? ”

I due candidati a Sindaco di Vignola ( Muratori e Pasini)  di media età   chiudono  il sipario sul giovanilismo che ha caratterizzato l’attuale  decennio.

A Vignola si confronteranno  due candidati a sindaco, entrambi affidabili e competenti con un curriculum non insignificante  che dimostra che  possono affrontare la gestione del Comune di Vignola.  La parola “competenza” per fortuna non è più  una brutta parola, anzi!  Finalmente avremo una campagna elettorale giocata sui contenuti.

Sull’accusa  ai due candidati di non essere di Vignola entrambi  si difendono egregiamente. Vedi Gazzetta di Modena del 9/7/20.

Emilia Muratori. la “non vignolesità” non è un problema: sono sposata con un vignolese, lavoro qui ( Istituto Paradisi NdR) , ho parenti qui. Sono stata per dieci anni assessore ai Servizi sociali dell’ Unione delle Terre di Castelli e per due anni e mezzo sono stata presidente dell’ ente sovra-comunale. Conosco molto bene la realtà di quello che comunque è il centro capo-distretto e le cui problematiche valgono anche per i Comuni vicini.Qui c’ è l’ ospedale, le scuole superiori, i servizi…Le ciliegie del resto le coltiviamo anche noi a Marano, il fiume Panaro non è solo a Vignola, la viabilità della zona interessa tutti”.

Angelo Pasini : «Nessuno mi ha mai rimproverato il fatto di non essere nato a Vignola . La frequento da decenni, lavoro da vent’ anni al distaccamento dei Vigili del fuoco, ho amici qui. La mia residenza a Guiglia non è un problema. Inoltre è giusto anche in questi frangenti ampliare la prospettiva: la “paesanità” non è un valore aggiunto, diciamo piuttosto che sono cittadino dell’ Unione delle Terre di Castelli. (…), non credo sia il momento di avere neofiti alla guida dei Comuni: se arrivano i giovani questi devono essere affiancati da figure più esperte, che già hanno avuto responsabilità”.

l’Italia  è piena di Sindaci che non abitano nel paese che amministrano, due per tutti: Muzzarelli di Modena  e Sala di Milano. Se, però, il criterio,  è quello della competenza/ esperienza, credo sia ragionevole utilizzare come parametro  la capacità di essere un buon amministratore  e non il luogo dove i due candidati  hanno casa!

Tornando al giovanilismo così Marianna Madia commentò: “Porto in dote la mia straordinaria inesperienza“, quando  a vent’anni fu candidata a Deputato.  Ora  ha 39 anni e , conclusa senza lode e senza infamia  l’esperienza parlamentare ( tre mandati), cosa farà della sua vita?  Non è l’unica in queste condizioni!  Abbiamo davanti  agli occhi la fine ingloriosa di Irene Pivetti, già giovanissima presidente della Camera dei Deputati.

Ora  prevale l’esperienza, la competenza ed al rispetto della parola data come condizioni necessarie per fare politica con la P maiuscola. Ora  servono  idee e progetti  per Vignola.

BoOm

Diario disincantato sulle elezioni comunali di Vignola ( DUE)

 

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...