Variante 1- Modifica alla localizzazione del Canile Comunale (parte prima)

 

canile alfa

Dovrà essere questo ( Vedi sotto)  il progetto definitivo per avere un nuovo canile a Spilamberto, altrimenti il Servizio Veterinario si troverà obbligato a chiudere definitivamente entro il 2020 l’attuale struttura di Via Ponte Marianna perché non a norma.

Con una prevista accoglienza di 40 cani ed un costo complessivo di € 440.749,24 (di cui 140 mila grazie ad una donazione e altri finanziamenti che potrebbero arrivare dalla Regione), l’Amministrazione ha deciso di continuare da sola in questo progetto.

La possibilità di aderire alla convenzione del 2018 con altri cinque comuni dell’Unione Terre di Castelli per la gestione in forma associata del servizio di ricovero, protezione e controllo della popolazione canina non ha mai avuto il beneplacito del nostro Sindaco, anche se a noi  non sono note le motivazioni.

canile uno

In variante vengono modificate le due precedenti localizzazioni del canile: la prima nel fondo della cava di Via Ghiarole, la seconda nella zona ex Sipe Alte a fianco delle industrie dell’area, per approdare ora al Polo Estrattivo 8- Traversa selettiva Panaro. Siamo sempre all’interno di una cava, ma questa volta al piano campagna!

Piano campagna relativo ad un fazzoletto di terra dove troveranno posto i box coperti/scoperti semicircolari per il ricovero dei cani e poco altro, mentre le aree di sgambamento esterne, estendendosi in zone con presenza di scarpate, necessitano di “opere di ritombamento mediante l’utilizzo di terre e rocce da scavo …..con modalità di posa in strati successivi aventi uno spessore masso di 30 cm. adeguatamente rullati e compattati in modo da raggiungere valori di compattazione idonei per la destinazione d’uso dell’area”.

I nuovi fabbricati previsti quali ambulatori, uffici, sale riunioni, ricovero gatti, ecc. “si collocheranno in corrispondenza di un’area che è stata completamente escavata e ritombata…. I limitati valori di resistenza dinamica alla rottura dei terreni desunti dalle risultanze delle indagini penetrometriche effettuate escludono la possibilità sulla esecuzione di strutture di fondazione di tipo superficiale in quanto comporterebbero cedimenti differenziali difficilmente quantificabili a causa della eterogeneità del livello di compattazione raggiunto durante le fasi di ritombamento.

E’ pertanto necessaria la realizzazione di una tipologia di fondazione di tipo speciale (ad es,. pali gettati in opera) in modo da raggiungere le litologie ghiaiose ad elevata compattazione…”

Per le aree esterne destinate al parcheggio degli autoveicoli ed alla viabilitàal fine di assicurare l’assenza di cedimenti differenziali che possono dar luogo ad avvallamenti delle sedi asfaltate e/o pavimentate si ritiene fortemente consigliabile l’utilizzo di un sistema di stabilizzazione a calce per uno spessore complessivo non inferiore a 1,00 ml”.

Forse che per evitare tutti questi possibili cedimenti sarebbe stato meglio valutare altri siti?

Senza contare che tutta la zona è ricarica diretta della falda ed i sistemi fognari dovranno essere a perfetta tenuta “finalizzati alla salvaguardia dell’acquifero principale considerato che l’area si colloca internamente a zone definite con un grado di vulnerabilità dell’acquifero elevato (cfr. PTCP 2009).

Anderlini Fiorella

canile due

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...