Rio Secco, Amazon? Sinistra italiana condanna

 

sinistra due

Sinistra Italiana Unione Terre di Castelli ha sempre espresso la propria contarietà all’insediamento “Vailog” di Spilamberto per ragioni di metodo: decisione frettolosa accompagnata da una discussione limitata nei tempi e nella possibilità di approfondire, anche in sede pubblica, i vari aspetti del problema; ma anche perché l’impatto prodotto sull’inquinamento e sulla viabilità non può interessare un solo Comune il cui Sindaco,

peraltro, si è sempre eretto a paladino della collaborazione e del confronto fra i Comuni Terre di Castelli. Tanto più dopo un PSC assai oneroso (oltre un milione di euro), che aveva formulato varie ipotesi di intervento sulla viabilità esistente, senza per altro arrivare a nessuna conclusione dopo oltre dieci anni di gestazione; anzi manifestando un’impostazione ancora espansiva sul piano quantitativo e assai poco innovativa sul piano qualitativo.

Per ragioni di merito perché sottrae 121.000 mq di territorio, attualmente “campagna una simile scelta si commenta da sola, dato che aumenterà al contario l’inquinamento atmosferico in un territorio già altamente provato come dimostrano i mesi appena trascorsi di “confinamento forzato” e interruzione di molte attività produttive.

Per ragioni di merito perché abbiamo ragioni fondate per ritenere che la questione dell’occupazione, che anche a noi sta molto a cuore, sia utilizzata come diversivo per tacere che l’occupazione nella logistica è spesso precaria; che ad oggi nulla si sa sulle fattispecie contrattuali con cui verranno assunti i lavoratori.  Infatti in questo settore si sono registrate diverse manifestazioni di protesta degli operai sia per il tipo di “contratto di lavoro a cui sono sottoposti”, sia per le condizioni di lavoro, dove sono ricorrenti l’estensione dei turni, l’intensificazione dei ritmi, il ricorso estenuante agli straordinari.

Per ragioni di merito  e del tutto politiche per la netta contraddizione fra gli ordini del giorno per contrastare i cambiamenti climatici, ormai di un’evidenza drammatica, e scelte come questa che vanno in direzione opposta, ignorando come innovazione, ricerca, e produzione ad alta sostenibilità ambientale produrrebbero davvero un salto di qualità nel rapporto fra l’uomo, il territorio, il lavoro e la qualità della vita.

Così, invece, si privilegia ancora una volta “il dominio del profitto e del Dio denaro”

  Sinistra Italiana Terre di Castelli

 

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, istituzioni, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...