Dal Torrione il diario del disincanto elettorale! Cinque

sardine bella

Così in nostro Eli Gold scrive sulla Pressa: “Lucia Borgonzoni è calma e pacata, sorride nei momenti giusti, ma non conosce l’Emilia Romagna e in questi due mesi di campagna elettorale potrebbe incappare in gaffe terrificanti.

L’Emilia che confina col Trentino potrebbe essere solo l’antipasto. Un altro scivolone, sull’agricoltura, lo ha sottolineato di recente anche la leader di Confagricoltura, Eugenia Bergamaschi, la quale – da sempre vicina al centrodestra – sta pensando, per sfinimento, di candidarsi nella lista di Bonaccini. Il motivo? Al di là di là di convenienze e calcoli, la scelta della candidatura della Borgonzoni”. Manes Bernardini (1/12/19) noto esponente di centrodestra, dichiara che voterà la sua lista ed anziché la Borgonzoni, opterà per il voto disgiunto e darà la preferenza a Bonaccini Presidente. Anche questo è un altro segnale della giustezza del commento di Eli. La candidata Borgonzoni non convince e ad ascoltarla non si capisce davvero cosa vuole fare.

Abbiamo colto che il centrodestra non crede nell’emergenza climatica ed è favorevole a tutte le grandi opere di cementificazione del territorio. Il discrimine ecologico ed ambientale è la vera frattura politica tra destra e sinistra.

La settimana, salvo qualche indiscrezione su possibili candidati di Fratelli d’Italia e possibili candidati della lista presidenziale, non registra nulla.

sardineL’Altra Emila ( Rifondazione ed altri) e Potere al Popolo ( Nella passata tornata elettorale era parte importante della lista Altra Emilia) raccolgono firme per presentare le candidature. Vedremo: i sondaggi li danno in posizione non utile per avere il quorum del 3% per entrare in consiglio. Quorum che non serve per quelle liste che aderiscono alla coalizione. Nel caso  della lista dei Coraggiosi, essendo parte attiva della coalizione che sostiene Bonaccini, non necessita del quorum e non ha bisogno di firme.

Questa è stata la settimana della lista eco-civica di sinistra Emila Romagna Coraggiosa. Hanno messo nero su bianco i punti programmatici che sono disponibili sul sito coraggiosa.it
Per i coraggiosi scegliamo di evidenziare il punto programmatico più distante a Bonaccini, quello che riguarda l’autonomia regionale. Il titolo è chiaro. Ripensare l’autonoma.

sardine ficheEcco cosa scrive nel suo programma la lista eco-civica di sinistra Emilia Romagna coraggiosa….”L’articolo 116 terzo comma non può in nessun modo diventare la via per realizzare nuove regioni a statuto speciale o per attuare una forma mascherata di secessionismo. In questo dibattito la regione Emilia-Romagna deve tenere una posizione diversa rispetto a Veneto e Lombardia e si deve porre in un’ottica di regionalismo cooperativo e solidale. Tuttavia, vi sono nodi essenziali irrisolti che necessitano di una risposta preliminare per non mettere a repentaglio l’unità nazionale creando inaccettabili disparità tra i territori e di accesso ai diritti per tutti i cittadini.
Per evitare che questo accada l’attuazione del 116 può avvenire solo dopo aver determinato i Livelli Essenziali di Prestazione, i fabbisogni standard, un coordinamento con la legge 42 del 2009 sul federalismo fiscale e dopo aver approvato una legge quadro che fissi i limiti tassativi entro i quali la legislazione regionale deve muoversi, riponendo al centro delle decisioni il voto del Parlamento poiché non si può lasciare alla libera interpretazione delle regioni l’esercizio di funzioni essenziali quali sanità, istruzione e ambiente perché ciò significa mettere a rischio i diritti fondamentali di tutti i cittadini”….

sardinfe e MontanariNOTA: incassata da Bonaccini  la disponibilità a discutere con un approccio diverso la questione dell’autonomia differenziata, adesso c’è un solo modo perché questo impianto dei Coraggiosi si possa attuare. L a lista deve prendere voti e consiglieri. Di persone contrarie alla “secessione dei ricchi” ce n’è tanta, in primis tra insegnanti e medici.  La Lega, infine, sul tema  dell’autonomia differenziata è favorevole e scatenata.

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, politica, Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...