Unione Terre di Castelli: i Sindaci conoscono lo Statuto dell’Unione???”

legge uguale per tuttiEcco un’altra vicenda paradossale che testimonia il livello di NON conoscenza dello Statuto da parte dei sindaci dei comuni dell’Unione Terre di Castelli! Disinteresse o incapacità?

Il 25 settembre gli uffici dell’Unione hanno risposto ad un’interrogazione della nostra lista Leggi Interrogazione a risposta scritta chiarendo che ad oggi nessun sindaco ha provveduto a nominare il proprio delegato permanente alla Giunta unionale (dev’essere un assessore comunale), ai sensi dell’art. 19, comma 4, dello Statuto dell’Unione.
Quindi una nostra domanda rivolta a Spilamberto ha scoperchiato una NON applicazione di una norma molto importante dello Statuto dell’Unione.
In realtà, a nostra conoscenza, anche nella precedente consigliatura il nostro Sindaco non ha nominato nessun delegato che lo affiancasse nella Giunta dell’Unione. Vedi risposta utc interrogazione prot. 38632

interrogazione


La questione è importante non per un motivo ideologico ma per un corretto funzionamento della Giunta dell’Unione. E per una presenza costante di tutti i comuni alla Giunta. Ci spieghiamo meglio.

legge dueUna serie di importanti deleghe sono state trasferite all’Unione: politiche scolastiche, sociali, giovanili, per l’immigrazione, per la protezione civile, per la sicurezza, per il personale, etc. Tradotto significa che gli assessori comunali con queste deleghe sono assessori senza portafoglio e senza una vera delega. Tutto viene deciso nella Giunta dell’Unione.
Se un sindaco non riesce ad essere presente ad una Giunta vengono prese delle decisioni senza la presenza di quel comune. Basta leggere le delibere della Giunta per vedere che raramente sono presenti tutti e otto i sindaci. Inoltre un sindaco non è onnisciente, avere con sé un assessore del proprio comune che segue in particolare alcune delle materie delegate all’Unione, permette ad ogni comune di essere meglio rappresentato.

Abbiamo poi approfondito la questione con i consiglieri che il 30.04.2014 approvarono questo Statuto e ci è stato confermato che la ragione di quel comma stava proprio nella ragione di garantire maggiormente la presenza di un comune alle sedute della Giunta ed evitare che le assenze di un sindaco potessero costituire un danno al comune stesso. E per garantire pure una seconda voce, accanto a quella del Sindaco, nelle giunte e nei consigli comunali per raccontare e motivare meglio i provvedimenti presi a Vignola.

A nostro parere esiste un obbligo e non una possibilità discrezionale per questa nomina, facolativa invece è la aprtecipazione dell’aggiunto ai lavori della giunta, ma va nominato. Certamente non procedendo a queste nomine i sindaci si assumono la responsabilità politica di NON adempiere allo Statuto e di non garantire la presenza del proprio comune ad ogni delibera. E ne dovrebbero rispondere nei propri consigli comunali.

 

 

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...