Anderlini. Scuola e piante “seccate” chi ha ragione?”

piante seccate nuovoChi ha ragione?
Era il 26 maggio 2018 quando, con una spesa di “80.000 euro circa” ed il contributo di diverse associazioni locali, venne inaugurato in pompa magna il nuovo giardino dell’Istituto Comprensivo Fabriani con una scelta di essenze tali da garantire percorsi didattici specifici.
Infatti “Ognuno degli alberi piantati è stato pensato per far scoprire in ogni stagione una particolarità della natura dal colore delle foglie, alla forma della corteccia fino ai profumi dei fiori. I ragazzi potranno giocare, correre, far capriole e ne avranno cura”.

Una cura che, a sentire le parole dell’assessore Spadini nell’ultimo consiglio comunale, l’Amministrazione non ha fatto sua. “L’amministrazione ha sicuramente una parte di responsabilità in quanto è accaduto… non sappiamo con certezza quanti siano quelli seccati… l’amministrazione è responsabile di queste morti è dovuto sicuramente ad una scarsa irrigazione dovuta sia al fatto che l’impianto di irrigazione non era sufficiente per affrontare il calore che c’è stato e per responsabilità dell’amministrazione ribadisco non si è valutato per tempo questa carenza”.

Ma la cosa che stupisce è la notizia che quando all’inizio dell’inverno verranno sostituite le essenze morte “sarà necessario qualche piccolo investimento per ripristinare il verde”.
Ma solo un anno fa Il Responsabile della Struttura Lavori Pubblici Patrimonio e Ambiente, Arch. Gianluigi Roli, dava altre informazioni rispondendo a un accesso atti in merito: “Nell’eventualità si riscontrasse il mancato attecchimento delle essenze arboree, queste saranno sostituite dall’impresa esecutrice in capo alla quale è contrattualmente prevista la garanzia di attecchimento del 100% di tutte le piante”. Vedi  risposta piante non attecchite
Chi ha ragione?
Anderlini Fiorella già consigliere comunale Cinque Stelle

piante secche nove

 

Allegato comunicato Stampa del Comune di Spilamberto

Inaugurazione Giardino scuola 26 maggio
Inaugura sabato 26 maggio, alle 16.30, il nuovo giardino scolastico dell’Istituto Comprensivo Fabriani
Inaugura sabato 26 maggio, alle 16.30, nell’ambito della Festa della scuola (dal 26 al 31 maggio), il nuovo giardino scolastico con divertenti attività e laboratori per i bambini. Durante tutte le giornate della festa, nell’aula di musica, sarà possibile scoprire il progetto del giardino realizzato dagli studenti nel 2013.
Il nuovo giardino è nato infatti da un progetto voluto e creato dai bambini, che manifestando le loro necessità hanno buttato le basi per definire le caratteristiche di questo nuovo spazio. Necessità che il Comitato Genitori e Amici del Fabriani hanno raccolto ed arricchito.
Il nuovo giardino non sarà semplicemente un giardino, ma anche uno spazio didattico. Non si è trattato solo di fare manutenzione, di sistemare muretti, ghiaia e recinzioni; sono stati scelti alberi ben precisi, sono stati costruiti percorsi che sapranno mettere gli alunni nelle condizioni di entrare in contatto con la natura: vedranno fiori, vedranno piante, osserveranno foglie e cortecce, sentiranno profumi e assisteranno a come la natura con i suoi tempi cambia la vegetazione da stagione a stagione.
Ricordiamo che l’importo dei lavori complessivo sarà di 80.000 euro circa. Ampiezza giardino 3.000 mq.
Il giardino è stato suddiviso in quattro aree e le scelte botaniche sono state sviluppate dalle classi della scuola primaria nell’ambito del progetto “Il giardino che vorrei” realizzato a settembre 2013. Un secondo stralcio prevederà la collocazione di arredi urbani.
“Quello del giardino è un progetto nato qualche anno fa dall’ascolto di piccoli cittadini di Spilamberto – spiega il Sindaco Umberto Costantini – sviluppato grazie al Comitato genitori e amici del Fabriani, alla scuola, all’Amministrazione Comunale e a diverse associazioni del territorio come, ad esempio il settore ciclismo della Polisportiva Spilambertese che ha raccolto anche con la collaborazione di Avis e Circolo Centro Cittadino 1.400 euro per il progetto ‘l’orto della scuola’. Ognuno degli alberi piantati è stato pensato per far scoprire in ogni stagione una particolarità della natura dal colore delle foglie, alla forma della corteccia fino ai profumi dei fiori. I ragazzi potranno giocare, correre, far capriole e ne avranno cura rendendo così Spilamberto un paese sempre più bello”.

Nota: speriamo

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, cittadinanza attiva, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...