Valsamoggia. Cucù i “mirabolanti” finanziamenti per la fusione non ci sono più ed il Comune va in crisi.

pernacchia E’ la realtà. Noi ci ricordiamo le facce arroganti dei fusionisti e le bugie che hanno detto, quando promettevano soldi a gogò a chi si fondeva. La legge sulla fusione però diceva esattamente che la torta era sempre quella e andava ripartita tra tutti ed adesso i comuni fusi sono a corto di soldi.

Ecco sotto un post sul tema, tratto da FB, di Simone Rimondi consigliere civico della Valsamoggia con cui ci onoriamo di aver combattuto fianco a fianco contro l’establishment locale.   Di seguito un post  di Marchi Dimer  che “risponde”  a Simone  Rimondi. Non infieriremo!  Buona Lettura CS

Segue post di Rimondi e poi di Marchi
Valsamoggia – allarme bilancio comunale – CROLLANO gli incentivi per le fusioni dei comuni.
Come purtroppo abbiamo sempre detto da 5 anni a questa parte, gli aiuti di stato per le fusioni sono tutto tranne che garantiti.
Non è colpa del Governo, nonostante quanto dice il presidente della nostra regione Bonaccini. Lo stato centrale ha confermato gli incentivi nella misura prevista dalla legge e per lo stesso importo (circa 47 milioni) del 2018. Essendo il contributo fisso ed il numero di fusioni in Italia aumentate, la torta si è RIDOTTA per tutti.
Un autentico disastro per il bilancio Valsamoggino che si trova con un 30% circa in meno di contributi già dal 2019, soldi che servono per garantire i consumi intermedi, cioè spesa per beni e servizi da erogare ai cittadini. Soldi che il comune aveva già “ipotecato” e che ora mancano.

Circa 1 milione di Euro in meno rispetto alle previsioni 2018 sul triennio 2018/2020
570 mila Euro in meno rispetto al presunto 2019.di questa amministrazione
E’ vero. “Ve lo avevamo detto!” In tutte le salse ed in tutte le lingue.
Non basta e non ci conforta aver avuto RAGIONE su tutto,
Il danno è enorme e va di pari passo alla nostra preoccupazione.
Ora, vi prego, basta propaganda e LAVORIAMO con UMILTA’ nell’interesse di questa comunità per gestire al meglio questo bellissimo comune così marcatamente dipendente “dall’assistenza dello stato” e così dannatamente fragile.

Simone Rimondi

Post Marchi

Alla resa dei conti.
Ho scritto e mi sono adoperato contro le fusioni.
In primis perché vedevo una contraddizione vistosa fra I tagli draconiani ai Comuni, fossero essi virtuosi o meno, e le premialità assicurate ai Comuni che decidevano di fondersi, incentivando pratiche assai allettanti nel breve periodo, molto meno a distanza.
Poi perché prometteva risultati di efficienza e di efficacia in modo. aprioristico.
Aumentavano forse gli orari e gli sportelli dei servizi pubblici?
Sono più flessibili?
A giudicare dalle mie conoscenze, NO.
Potrei portare ad esempio I trasporti scolastici UTC o I servizi sociali per I quali mi risulta un grado maggiore di soddisfazione dei cittadini da quando le Assistenti sono tornate nelle sedi locali.
Inoltre perché’ comprimono il già ridotto grado di partecipazione democratica e controllo sociale che può risultare comodo al decisore di turno, ma risultare pernicioso per la tenuta delle istituzioni democratiche, se ridotta alle tornate elettorali.
C’è infine una questione dirimente che discende “tout court” dall’articolo 5 della Costituzione e interessa lo ” Stato decentramento” e le autonomie locali.
Partiamo da lì; poi sulla base di bisogni reali si trovano le migliori forme per Convenzionare servizi, ma non per delegare politiche
Marchi Dimer

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...