In Piazza inizia il Nuovo Consiglio Comunale di Spilamberto

consiglio comunaleIl 19 Giugno si è insediato il Consiglio Comunale con cerimonia pubblica nel piazzale della Rocca Ha aperto con il suo discorso inaugurale il Sindaco. Ha spaziato dal Torrione alla Madonna di San Luca, al Duomo di Modena con connessa porta della Pescheria. Ha invocato la Speranza ed auspicato il Rispetto.  Non abbiamo sentito, però, tante parole su Spilamberto.

E’ poi intervenuto Niccolò Morselli, capogruppo del PD i che ha letto una cosa molto politicista ed anche qui si sono sentite poche parole su cosa si intenda fare a Spilamberto.

Maurizio Forte, a nome di Prima Spilamberto,  ha preannunciato una opposizione molto dura ed è stato  tagliente rispetto alla famosa lettera di Costantini per Forte, immaginato come sindaco da Costantini, prima dello spoglio elettorale, ma mai consegnata a Forte che se l’è trovata su FB. Il Sindaco ha pubblicamente chiesto scusa.

Bonezzi, di Cittadini per Spilamberto  si è pubblicamente congratulato con Costantini, per la sua vittoria, così come aveva fatto immediatamente dopo gli esiti elettorali, privatamente. Ha ricordato che il modello democratico di rappresentanza nei consigli comunali, fatto di pesi, contrappesi ed equilibri, a seguito dell’intervento legislativo ad opera del Ministro Calderoli,  sulla legge elettorale degli enti locali , sta subendo un vulnus nei consigli comunali al di sotto dei 15 mila abitanti. Anche visivamente ci sono più di due consiglieri di maggioranza, per un solo consigliere  d’opposizione. La “minoranza” ha quasi un terzo di consiglieri  per il 52% di votanti, mentre  la maggioranza ha solo il 48% di voti e la stragrande maggioranza dei seggi.

Ha dunque ragione “Spilamberto a sinistra” quando sostiene la necessità che il legislatore riveda il numero dei consiglieri e serve subito uno statuto per i diritti delle opposizioni. Il sistema, dopo l’intervento di Calderoli, difetta dal punto di vista della rappresentanza e costituisce  un nuovo modello di governo autoritario che gli scienziati della politica chiamano democratura.
Cittadini per Spilamberto- sostiene Bonezzi- garantirà una corretta collaborazione istituzionale, cercando di svolgere  al meglio il compito che i cittadini hanno assegnato alla lista: quello dell’opposizione! Il suo gruppo metterà in campo un’opposizione inedita, a partire dal programma che ha elaborato nella fase preelettorale, pesato, ragionato e ritagliato con cognizione di causa sulle esigenze del nostro comune.

In Italia, un partito è stato all’opposizione per più di trent’anni e dall’opposizione ha ottenuto risultati insperati. La sanità come diritto universale, lo statuto dei diritti dei lavoratori, la diffusione della scuola di massa e via elencando. Ci ispireremo – prosegue Bonezzi  – a chi ha messo in campo questa modello, facendo opposizione dentro alle istituzioni ( Consiglio)  e fuori,  nella Comunità.” Questo modello lo applicò con efficacia Enrico Berlinguer e noi intendiamo applicarlo di nuovo a Spilamberto.”

Per concludere Bonezzi ha sostenuto che,  se abbiamo presentato una lista,   è perché abbiamo dato un giudizio molto ma molto negativo, di questi cinque anni di gestione Costantini. Ora il Sindaco ci ha promesso una “storia diversa”, ci vogliamo credere,  per l’interesse della nostra comunità.

 

Nota tratta da wikipedia.

Un piccolo richiamo  sul cerimoniale della serata, in cui è stato eseguito l’inno alla Gioia (inno ufficiale europeo) nella versione cantata. Riportiamo da Wichipedia quello che richiede l’etichetta istituzionale.

Storia dell’inno europeo[modifica | modifica wikitesto]
L’inno fu adottato nel 1972 dal Consiglio d’Europa (lo stesso organismo che concepì la bandiera europea), in quanto “senza parole, con il linguaggio universale della musica, questo inno esprime gli ideali di libertà, pace e solidarietà perseguiti dall’Europa”. Essi non gradivano un inno con il testo scritto in tedesco.
Nel 1985 venne adottato dai capi di Stato e di governo dell’UE come inno ufficiale dell’Unione europea. 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in locale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...