Costantini “licenzia” giunta e gruppo consiliare di maggioranza

cilindro dueCostantini sul Carlino di domenica 19 maggio dichiara che dell’attuale giunta, nel caso venisse confermato sindaco, lui terrebbe solo il vice sindaco Francioso , mentre NON confermerebbe Nardini, Mandrioli, Munari e Pesci.
E se a riguardo dell’assessore Alessia Pesci nulla da dire, dopo 5 anni nessun cittadino e anche tanti dipendenti comunali conoscono la sua faccia, riguardo agli altri tre assessori, tutti con deleghe pesanti, ci aspetteremmo come cittadini almeno di sapere perché.

È nell’evidenza dei fatti che si può affermare che il Sindaco abbia bocciato la sua attuale giunta!
Nessuna spiegazione. Nessuna dichiarazione degli assessori uscenti. Cala il silenzio su una delle giunte meno attive e più contestate degli ultimi decenni.

Un silenzio per coprire cosa?
Che Nardini e Costantini siano arrivati ai ferri corti su tanti temi? Oltre al fallimento del porta a porta?
Che Mandrioli non sopportava più di metterci la faccia al posto del sindaco? Oltre al fallimento della variante AMAZON? E del senso unico in viale Italia?
Che Munari abbia un bilancio fallimentare del suo mandato quinquennale?
Che Alessia Pesci, fortemente voluta da Costantini, non ha prodotto nulla ma ha regolarmente incamerato l’indennità di mandato in questi 5 anni?

E anche il tema della parità di genere in giunta, che tanto aveva fatto litigare nel 2014 Costantini con il PD di Marco Villa, oggi viene sbandierato da Costantini come se fosse una sua conquista quando per cinque anni, anche contro il suo Partito, ha avuto una giunta di 6 componenti con 2 sole assessore donne (Munari e Pesci).

Ma il discorso si può applicare anche al Gruppo consiliare di maggioranza.

L’ultimo è stato il quinquennio più travagliato per un gruppo di maggioranza, dal dopoguerra, cambio di capo gruppo e 4 consiglieri dimissionari su 11. Oltre ad un alto tasso di assenze che solo la politica accondiscendente di certe opposizioni poteva ignorare e non riuscire ad utilizzare.

Oggi degli 11 sopravvissuti ne vengono confermati solo 3 (Francioso, Morselli e Munari).

Di fatto l’inesperienza  di Costantini ha bruciato/bocciato 4 assessori su 5, 12 consiglieri sui 15 passati da banchi della maggioranza.
Oltre ad aver bruciato un segretario comunale, il dott. Giovanni Sapienza, e due dirigenti dei Lavori pubblici, il mai dimenticato arch. Alessandro Mordini, e il già dimenticato Ing. Giuseppe Tubolino.

Non sempre è così chiaro, ma l’inesperienza di un Sindaco costa caro ad una comunità, sia in termini di relazioni che in termini progettuali ed economici.
E se tano mi da tanto… allacciamoci le cinture di sicurezza.

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...