Lista dei cittadini: “Possiamo e vogliamo vincere” (corsivo 10)

Traguardo dueSpilamberto: il dato non secondario di questa campagna elettorale è che il centrodestra (Ma non sono i soli) si è diviso. “Prima Spilamberto” e “Siamo Spilamberto” non si sono messi d’accordo e non andranno uniti alle elezioni. Quindi il vantaggio su cui potevano contare per spuntarla con Costantini si è ridotto di molto.

Forte, degnissima persona, infine è già stato candidato contro Costantini, ottenne il 17 % e perse. Una parte di suoi potenziali elettori poi non hanno condiviso le modalità con cui ha condotto l’opposizione, parsa, al confronto con quella pirotecnica dei cinque stelle, poco visibile.
Quindi in queste condizioni affermare che “bisogna votare Costantini per fermare la destra” è  ridicolo  e non è vero.

Nel 2017 a Novi di Modena c’era una realtà molto simile a quella attuale di Spilamberto. Era candidato un sindaco uscente del PD ma a sorpresa è stato eletto sindaco il candidato civico Enrico Diacci che superò la candidata del centrosinistra Giulia Olivetti, data per vincente. Il centrodestra, si fermò al 10%. Lista di cittadini conquistò così 11 seggi, mentre il centrosinistra ne guadagnò 4. Un solo seggio andò al candidato del centrodestra. Il sistema è tripolare ed a Novi ha prodotto degli effetti imprevisti.
traguardo unoA Novi vinse una lista di cittadini, di senza partito, programmatica come la nostra , sorprendendo tutti.
A Spilamberto ci sono le condizioni perché questo accada. Per una lista di anonimi cittadini entrare in consiglio è già una vittoria e se siederemo sui banchi dell’opposizioni daremo del filo da torcere al futuro sindaco e saremo in grado di condizionarlo. Ricordo che il partito di Berlinguer ottenne i migliori risultati stando all’opposizione ed esercitando quella che Gramsci chiamava “egemonia culturale”.

Noi, quelli arrivati dal nulla, possiamo  vincere . C’è una prateria di consensi notevole e di persone indecise, stimabile in oltre 2000 elettori, a cui vogliamo e possiamo chiedere il voto così come lo possiamo chiedere a tutti . Abbiamo le carte in regola  per prendere il Comune. Se è successo a Novi può succedere anche a Spilamberto.
BoOm decimo  ed ultimo corsivo.traguardo quattro

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...