Programma di Costantini … parole.. parole e …”curiosità”

programma treQuello che balza agli occhi ad una prima lettura (Vedi testo in coda) è la distanza siderale tra la realtà e i sogni del nostro sindaco. Tra quello che Costantini ha promesso nel 2014 e quello che ha effettivamente realizzato. Insomma siamo ancora nel contesto che in campagna elettorale si può promettere tutto e il contrario di tutto, tanto chi controlla?

Partiamo da un obiettivo che si rivelato impossibile per tutti i sindaci da Cadignani a Lamandini, il recupero del Capitol. Costantini con sicurezza scrive: “Con il coinvolgimento dei privati recupereremo il cinema Capitol … ”. Bella e vecchia idea. Come? Sembra molto una favola. Vorremmo veramente essere contraddetti dalla realtà?

Scrive poi: “Sosterremo una pro loco che possa far rinascere il mercatino dell’antiquariato …”.
È evidente che qualcosa va fatto per il mercatino dell’antiquariato, soprattutto dopo cinque anni di silenzio di Costantini stesso. Ci meravigliamo positivamente che si sia ricordato del mercatino, almeno nel programma elettorale, perché in questi 5 anni zero iniziative.

“… realizzare nuovi eventi e rafforzare quelli esistenti”. Bello per un sindaco che ha trasformato la Fiera in una sagra e che ha snaturato il Mast Còt dal balsamico allo street food. Poi quel “… realizzare nuovi eventi”, scritto da uno che governa da 5 anni e che ha ucciso la maratonina è sarcastico.

Tralasciamo la creazione di nuovi parcheggi, visto che piazza Roma aspetta ancora di sapere che fine farà.
programmaMa l’idea della “Accademia internazionale del gusto, grazie alla collaborazione delle migliori università americane e cinesi..”, crediamo che le superi tutte.
Dopo che abbiamo appreso dal Carlino Modena di martedì 26 marzo, pagina della Pianura, che i comuni di Castelfranco Emilia, Modena, San Cesario e Nonantola con l’aiuto della Fondazione di Modena stanno lavorando ad un progetto per trasformare Villa Sorra nel Polo del Gusto di Modena. Progetto da 8 milioni di euro, di cui il 70% finanziato dalla Regione. Oggi Costantini ci dice che con università, le migliori, americane e cinesi, realizzerà la stessa cosa a 10 km da Villa Sorra.
APPLAUSI A SCENA APERTA.
Ha perso il treno dell’EXPO e del Museo del Balsamico in Rocca e adesso ci propina questa favola?

Bella e tragica anche l’idea di portare un punto informativo turistico nel Museo del balsamico. Il problema è che c’era fino al 2015. Poi Costantini lo ha chiuso!!!

Poi un programma di eventi degno de “l’anno che verrà” del compianto Lucio Dalla, “…, insieme agli spazi che accoglieranno rassegne, mostre e spettacoli tutto l’anno”. Quindi aggiungiamo anche “… sarà tre volte Natale e festa tutto l’anno, ogni Cristo scenderà dalla croce …”
Sarebbe bello sapere come e con quali soldi!!!
A cui aggiungere e finanziare per la scuola: gite, laboratori, attività. (Pare che in municipio ci sia una stamperia clandestina di euro).
E poi una cucina al Panarock, una sala climatizzata in biblioteca (peccato che nel 2014 voleva climatizzare tutta la biblioteca, adesso si accontenta di una saletta!!!), un nuovo ospitale per i pellegrini (mistero!?), metteremo in sicurezza i nostri reperti archeologici (dopo 5 anni di totale inattività).
Oltre a Santa Maria che verrà riempita oltre ogni limite di fisica sia classica che moderna:
la sede della banda comunale, la casa dei burattini, un laboratorio artigianale, il teatro e la sala concerti. Credo che anche con la relatività di Einstein si farebbe fatica a trovare posto per tutto. A meno che non si utilizzino spazi temporali paralleli!!!

Continua il libro dei sogni di Costantini con le Associazioni, dopo averle bastonate per cinque anni adesso riconosce loro un ruolo di “… nervatura profonda del tessuto sociale del nostro paese.” La sensazione è un’altra promessa elettorale fondata sul niente.

Non poteva mancare il nuovo canile comunale. Dopo aver bocciato il canile sovracomunale di Unione adesso rilancia quello comunale. Dove? Con quale soldi?

Sempre dopo cinque anni passati a bastonare quelli di San Vito adesso viene riscoperto l’importanza della nuova sala polivalente (ignorata per non dire peggio in questi 5 anni). Ma la parola “sosterremo” significa un sostegno psicologico o economico?

Un intero capitolo viene dedicato ai rifiuti, su cui ritorneremo.

Su Benessere e Welfare (sarebbero la stessa cosa, in italiano e in inglese, quindi non si capisce perché scriverli assieme!!!) una serie di promesse belle, condivisibili e costose, che fatte da uno che governa da 5 anni non convincono. Lui deve dire anche come le finanzierebbe!!!

programma dueSulla sicurezza non è chiaro cosa significhi il passaggio: “Renderemo Spilamberto un paese sempre più sicuro, ma non con un programma ad hoc di estremo controllo da stato di polizia…”.
Ora che a Spilamberto, con 5-6 vigili urbani e 4-5 carabinieri si possa passare ad uno stato di polizia non viene in mente nemmeno al sovranista più estremista.
Come possa venire in mente al sindaco e al vice sindaco Francioso ci sembra un mistero!!!
Basterebbe solo avere una maggiore presenza e coordinamento. La gente non chiede lo stato di polizia. Chiede solo più tranquillità.

Sulla pianificazione urbanistica si ricorda adesso dell’area di San Pellegrino come area disomogenea, cioè mista di capannoni e abitazioni. Ma in realtà la stessa realtà ci sarebbe anche nella parte di Fondo Bosco a ridosso della Vignolese e di via Berlinguer (dimenticanze strane!!!).
Sulla viabilità, dopo aver nascosto il senso unico fino a dopo le elezioni (non è strano che un’opera appaltata l’anno scorso sia ancora ferma???), adesso propone la rotonda tra via Santa Liberata e la Vignolese (concordiamo), ma non poteva pensarci due anni fa?

Insomma un bel libro dei sogni, con cose condivisibili (ma costose), con cose irrealizzabili e con cose dimenticate da 5 anni, Costantini ha confezionato un programma tutto luci, musica, premi e cottilon e… grandi sorrisi.

Alla prossima puntata…

programma pd spilamberto 1

programma pd spilamberto due

programma pd spilamberto 3 tre

programma pd spilamberto 4 quattro

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...