Rifiuti 523 firme contro il porta a porta del Sindaco Costantini!

felicità unoBanchetti sporadici a Dicembre e Gennaio al mercato e l’apertura della sede di Via Casali 24 di Spilamberto  per alcune ore alla settimana fino al 16 di Febbraio , con uno sforzo minimo abbiamo   raccolto cinquecentoventitre firme. Queste firme sono un segnale di disagio che il sindaco fa male ad ignorare. Adesso tocca alle Liste che si impegneranno nelle elezioni comunali proporre soluzioni, dare risposte . Buona Lettura CS

COMUNICATO STAMPA

Rifiuti.Spilamberto Cittadinanza Attiva ha raccolto  523  Firme a favore della differenziata contro il porta a porta (modello Costantini/ Nardini)  e per il ritornino dei cassonetti.

La raccolta è stata l’occasione per  spiegare gli  errori della Giunta  comunale nella gestione del Porta a Porta secondo un modello inflessibile ed imposto.

Ha  dato respiro politico al problema della raccolta dei rifiuti , fatto in dispregio alle promesse programmatiche del Sindaco,  laddove  si impegnava a introdurre il Porta a Porta in modo” Graduale e volontario”.

Abbiamo così tenuto aperta la prospettiva  dei cassonetti intelligenti che era stata sottoposto ad una vera  e propria  Fatwa ed accolto  con  compiacimento la notizia del 5 Febbraio  su Bologna dove “ Si torna ai cassonetti “con tessera. In realtà a Bologna introdurranno sistemi misti, articolati quartiere per quartiere a secondo delle esigenze, come in definitiva si è fatto anche a Marano.

felicità dueL’introduzione del Porta a Porta, secondo il modello di Spilamberto ( Ben diverso da altre realtà), a nostro avviso, vede la maggioranza dei cittadini, infastiditi. Abbiamo, perciò,  accolto con ironica soddisfazione la notizia dell’apertura  presso la stazione ecologica di Spilamberto di una postazione con cassonetto con tessera per consentire a chi ha saltato un turno di consegna, di conferire a prezzi maggiorati l’indifferenziata.  E’ stata così aperta una falla alla “fatwa del cassonetto”.

La nostra raccolta firme  si aggiunge  alla raccolta di altre 500 firme della Pagina FB “Spilamberto decoroso” e Lega .  Si dimostra che ci sono le condizioni   per  promuovere un referendum comunale per ridefinire  tutto il sistema dei conferimenti,  qualora continuasse l’atteggiamento di chiusura ed indisponibilità al cambiamento del Sindaco.  Spetta ora  ai Partiti ed alle Liste, che si presenteranno per le elezioni comunali del 27 maggio, proporre soluzioni. Penseranno  che si debba mantenere le cose come stanno?  Proporranno  cambiamenti radicali? introdurranno un sistema misto come abbiamo suggerito anche noi ? Cambieranno qualcosa per non cambiare?  I cittadini hanno in mano un arma importante per scegliere  la soluzione migliore: il voto!!

Cittadinanza Attiva  di Spilamberto 

 

Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...