Ipotesi di porta a porta gentile

bidoncini_papPubblichiamo il testo di un post apparso sui social circa il porta a porta.  Racconta di un paese del napoletano dove esiste un porta a porta gentile ed applicabile. Quello di Spilamberto non lo è! Pur avendo aumentato le tariffe,per fare un  porta a porta gentile servono ritiri frequenti nel cuore della notte e non ritiri infrequenti nella prima mattinata.  Quando noi sosteniamo che rivogliamo i cassonetti, pensiamo che serva azzerare il pasticcio Spilambertese per poi trovare soluzioni condivise. In un dibattito la proposta del nostro concittadino possono dare un contributo.

Ricordiamo che mercoledì 16 ore 10/12 sotto il torrione raccogliamo le firme per cambiare il porta a  porta e che la sede di Cittadinanza Attiva è aperta da lunedì a venerdì dalle ore 10/12.   Buona lettura  CS

Ecco il post

Il porta a porta può essere risolutorio modificando il modus operandi di chi evidentemente non è in grado di gestire la raccolta in questo caso Hera. Vengo da Napoli e dopo la situazione catastrofica che si era verificata anni indietro molti comuni hanno attuato il porta a porta con delle varianti importanti che andrò ad elencare da cui magari si può prendere spunto per una miglioria futura

1)ogni condominio è dotato di un apposito bidone con identificazione atto al raccoglimento dell’umido evitando di tenerlo in casa qualora ci fosse l’esigenza.

2)Tutti i tipi di raccolta carta o plastica e vetro venivano raccolti tutte le settimane.

3)L’INDIFFERENZIATA VENIVA RACCOLTA A GIORNI ALTERNI.

4)i giorni stabiliti erano uguali per tutto il Paese onde evitare disguidi ed incomprensioni.

4) bicchieri e piatti di plastica non vanno con la plastica anche perché spesso è volentieri presentano tracce di cibo o bevande.

4)le buste si scendono tassativamente dopo le venti ed entro le 3 del giorno seguente.

Tutto questo è stato applicato per un paese che fa il doppio degli abitanti di Spilamberto e dove il senso civico è lo dico mio malgrado essendo napoletano è molto inferiore a quello degli abitanti di Spilamberto.

Commento

A Spilamberto bisogna azzerare tutto e ricominciare da capo. Troppi, troppi disagi.

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...