Un netto no alla variante di Rio Secco dei Cinque Stelle (Già vicenda Amazon). Si ricomincia!

Fiorella anderlinila variante Rio Secco per favorire Amazon,  portatore di  una mirabolante offerta di posti di lavoro, ricomincia l’iter da capo. C’ è tempo fino al 27 Febbraio 2019 per le osservazioni. A favore hanno votato i consiglieri del PD ed il gruppo Forte Malmusi,

contro i cinque stelle, assente il gruppo Spadini. Si sono poi  pronunciati contro,  assieme ai cinque stelle : Sinistra Italiana, MDP (Bersaniani),   Legambiente e Spilamberto Cittadinanza Attiva.  Buona Lettura. Sotto il comunicato. CS

Comunicato stampa m5s Spilamberto

Rio secco sud 2

“Questo matrimonio s’ha da fare”. Tra la Spilamberto Nord (Piacentini) proprietaria dell’area Rio Secco Sud ed il Comune di Spilamberto, la “relazione” continua nonostante i tanti intoppi ed i presunti ravvedimenti.

Una partenza in salita anche in questa occasione sia per il mancato invio degli atti in discussione entro i termini del Regolamento sia per l’inserimento di una errata corrige sui dati della mobilità distribuita la sera stessa del Consiglio Comunale.

Solo ora, dopo che da molte parti, m5s compreso, erano state presentate osservazioni che ne richiedevano l’aggiornamento, è stata valutata dalla ditta l’opportunità di presentare una nuova VAS.

Documento di valutazione ambientale da cui si legge che il sito si trova “entro il limite delle aree soggette a criticità idraulica” di media probabilità con Alluvioni poco frequenti, tempo di ritorno tra 100 e 200 anni. Certo che con i tempi che corrono e le modificazioni climatiche in atto c’è da stare poco tranquilli.

Sul tema della vulnerabilità degli acquiferi all’inquinamento, ovvero alla possibilità di penetrazione e di propagazione di inquinanti provenienti dalla superficie nei serbatoi naturali ospitanti la falda, risulta che gran parte del lotto “è caratterizzata da un grado di vulnerabilità basso”, mentre l’angolo posto a sud – est è caratterizzato da un grado di vulnerabilità medio e poi elevato. Proprio dove sono previsti i 400 parcheggi auto con fondo drenante.

Non ci tranquillizza leggere al punto 12.1 che le Emissioni in atmosfera sono legate “esclusivamente al traffico indotto” dei 1.000 veicoli al dì poiché per l’attività che si andrà ad insediare nell’area (polo logistico) “non sono previste altre emissioni”. Ma già per legge c’è l’obbligo del 30% di autosufficienza energetica con aumento al 50% obbligatoriamente da gennaio 2019. Con le continue criticità ambientali legate agli sforamenti per le polveri sottili dovute principalmente al traffico ed una percentuale di sinistri in Unione Terre di Castelli dell’8/1000 contro il 3,9/1000 della Provincia di Modena e della Regione, le valutazioni non possono che essere allarmanti.

Tutto il resto è rimasto invariato: dalla ciclabile a compensazione delle aree in convenzione, alla riduzione di 8.000 mq di verde pubblico di comparto fino all’interesse pubblico.

Interesse pubblico che scrivono essere rappresentato dal tracciato della circondariale di Spilamberto, che però a nostro avviso, è di totale servizio al comparto; dalla formazione del parco pubblico lungo il Rio Secco, che però è una tutela dovuta in quanto tale mitigazione permetterà di mantenere la valenza di corridoio ecologico del corso d’acqua e dell’area limitrofa come da PTCP; di una logica ed organica individuazione dei parcheggi pubblici di standard, anche questi dovuti; fino al mantenimento di Via per San Vito con un traffico leggero non ponendosi “assolutamente interferenze di movimentazione di mezzi pesanti con tale viabilità”. Staremo a vedere se ciò sarà confermato dai controlli della Polizia Locale!

Le aumentate criticità in seguito alla lettura degli atti ma soprattutto la mancanza di spiragli che facessero intravvedere possibilità di una occupazione dignitosa e “sana” dopo le continue smentite a mezzo stampa ed il silenzio dell’Amministrazione, ci hanno convinti a bocciare la proposta di variante modificando la nostra astensione espressa nell’assemblea di luglio.

Anderlini Fiorella

 

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...