Ossessione.Congresso del PD:  Cinque Stelle Sì! Cinque Stelle No!! La perdita dell’anima!

melanconia unoIl congresso del PD  avrà delle ripercussione su Spilamberto.  Si dice che quello che rimane dello zoccolo duro si sia già schierato con Martina. Ora mentre di Zingaretti  si sa  qualcosa su cosa pensa di fare nel PD, di Martina non si sa nulla. Eppure a Spilamberto si sono già schierati.  Rispondono così alla tradizione  di rito Spilambertese, stanno sempre col segretario in carica.  A ritroso: Renzi, Bersani, Franceschini, Veltroni. Era così anche quando c’erano i DS e prima il PDS. Memorabili alcuni che per essere  in prima fila ad ascoltare il segretario D’ Alema  alla festa di Modena, partivano da Spilamberto alcune ore prima.  Gli stessi che  dopo l’atto idolatrico ora sono disposti a fare dei riti vudù per sopprimerlo. Nel vuoto di idee non è parso vero a Martina di evocare il ritorno di D’Alema,  a seguito del convegno di Italianieuropei mettendogli in bocca i propositi della Boldrini, assai noti e molto poco condivisi a sinistra sinistra.  Lo spirito del congresso PD, però, lo ha ben delineato con la proverbiale ironica cattiveria il solito D’Alema.  Così al recente  convegno di Italianieuropei:

Non vorrei che il Congresso del partito di centro sinistra si riducesse ad un dibattito, fra l’altro privo di contenuti, tra chi dice che non bisogna allearsi con i 5Stelle e chi dice che non bisogna proprio parlarci perché mi aspetto che sorga una terza posizione che dica che non bisogna neanche guardarli. Il problema non è se la sinistra parla o non parla con i 5Stelle, il problema è che con loro parlano alcuni milioni di elettori che sono stati nostri e se noi non ci poniamo il problema di capire le ragioni di questo elettorato, siamo matti. Il problema è che cosa vogliamo essere noi, chi vogliamo rappresentare nella società italiana, se vogliamo essere l’ultima appendice di un neoliberismo sconfitto e quindi fare l’opposizione nel nome della razionalità dei mercati e delle agenzie di reating o se ci poniamo il problema di tornare a rappresentare quel popolo che si è sentito tradito dalla sinistra e se ne è andato da un’altra parte.”

branca

 

 

Questa voce è stata pubblicata in locale, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...