Ideuzza per risanare l’area ex Sipe

 

Migliaia di pioppi corrono paralleli, in file ordinate. Il sole illumina i tronchi, ancora esili. Guardando questo bosco di Giugliano (Napoli) sembra impossibile che la camorra sversasse qui liquidi inquinanti delle concerie: le analisi hanno rivelato la presenza di cromo, zinco, e cadmio, un metallo pesante altamente tossico per l’uomo, anche in concentrazioni minime. La zona sfregiata per decenni dai clan, nel cuore della Terra dei Fuochi, è tornata a vivere grazie a un progetto di ricerca.  Così la Stampa del 21/12/18.

Un’idea per la SIPE che dovrà essere bonficata,visto che tutti gli altri progetti sono decaduti.e l’area lì rimane, inquinata e dannosa alla salute dei cittadini.

munari sette

 

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, istituzioni, Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...