E le opposizioni in consiglio comunale di Spilamberto cosa hanno fatto?

angioletti unoA fine Consigliatura occorre iniziare a valutare anche l’operato delle opposizioni, così come abbiamo fatto per la maggioranza. Il  Consiglio  ha   applicato per la prima volta la  legge Calderoli che ha ridotto il numero dei consiglieri dell’opposizione. Ruolo fondamentale in democrazia. Senza opposizione la democrazia non esiste!

Bisogna riconoscere che il lavoro di consigliere della minoranza, grazie a Calderoli   diventa faticoso. Il consigliere di minoranza possiede le informazioni che la maggioranza  offre ed il rischio del pilotaggio da parte della maggioranza diviene oggettivo, va al di là della intenzione dei singoli consiglieri. Avere le informazioni  corrette e garantite come condizione per fare l’opposizione  diventa la priorità e dovrebbe essere tutelata maggiormente dalla legge.  Serve tempo, poi, per studiare le carte. Senza un gruppo di riferimento ed una rete di competenze da utilizzare all’occorrenza, tutto diventa faticoso. Il segno pubblico delle diverse opposizioni a Spilamberto è stato, soprattutto per questo, diverso. La lista “Spilamberto e San Vito Uniti a Sinistra” della Spadini e la lista Forte- Malmusi. Prive di gruppi di supporto strutturati, sono apparse molto meno visibili dei Cinque Stelle.

La lista “Spilamberto libera e responsabile” poi nota come gruppo  Malmusi-Forte si è scissa, tornando all’antico. La  sensibilità di Centro Destra che aveva i due consiglieri è andata da una parte, mentre la sensibilità ambientale ( più di Sinistra)  è andata da un’altra: si sono lasciati presto.  Questo ha Indebolito il gruppo, che avrebbe dovuto  essere di  supporto ai consiglieri, rendendo a volte difficile per loro stare sul pezzo. Hanno centrato alcune cose, esempio la lotta agli sprechi, il concerto supercostoso per la fiera di san Giovanni e  sicurezza. In altri casi hanno sofferto l’asimmetria informativa (Vedi scuola nuova)  e sono apparsi, loro malgrado,subalterni all’amministrazione.

angioletti duePer la Lista Spadini vale il discorso di cui sopra, espressione  di tante sinistre, la lista ha suo malgrado sofferto delle crisi della sinistra sinistra per cui il gruppo di sostegno ha funzionato a geografia variabile. Va ricordato l’opposizione della Lista all’idea di Costantini  di imporre imposte  comunali non progressive, condotta con successo insieme alla Cgil. Importante anche il giudizio sull’operato quinquennale della giunta apparso sul giornalino comunale.  La lista non è stata oggettivamente aiutata da Cittadinanza Attiva, infatti la Spadini era  fortemente contraria alla sua nascita.  Non c’è stato quasi mai coordinamento tra  la Lista e Cittadinanza che sono rimaste distanti e diverse. Molto gelose entrambe della loro autonomia.

Per i Cinque Stelle la mite e garbata ( nella vita) Anderlini, coadiuvata da Ori ha fatto opposizione come se fosse un Caterpillar. La consigliera  aveva il gruppo Cinque Stelle che le ha dato  una mano in modo continuativo, ha saputo chiedere aiuto a chi era portatore di competenze, sapendo  di non essere autosufficiente. Aveva anche tempo. La sua pignoleria ad alcuni non è piaciuta, però, il suo dovere istituzionale l’ha fatto, per quanto abbia un po’ stressato i dipendenti comunali.

In consiglio è  mancata  una sinergia anche tecnica tra i tre gruppi di opposizione.  Si sarebbe dovuto  evitare le polemiche inter gruppo tra le opposizioni che hanno raffreddato  le relazioni anche personali,  a vantaggio della maggioranza!

La Lega negli ultimi  anni ha marcato  una sua autonomia rispetto ai consiglieri di riferimento Malmusi e Forte , su temi delicati quali la fusione dei comuni ( I consiglieri di minoranza votarono a favore, tranne i cinque stelle, dello studio di fattibilità). Si sono differenziati sulla variante di Rio Secco, sul progetto della nuova scuola media ( Determinante l’intervento del consigliere regionale della Lega Barghi).  Si sono differenziati  anche sulla vicenda del Porta a Porta ( 500 firme critiche) ed altro.

angioletti treCittadinanza Attiva ha monitorato l’azione della maggioranza  ed ha svolto, nei fatti  e senza averne intenzione,   un ruolo d’opposizione civica, con meno vincoli di chi era presente in Consiglio,  riuscendo a coniugare la critica alla  mobilitazione. Cittadinanza ha fatto azioni civiche  significative: vedi i cordoli di Via Roncati e la centrale d’energia elettrica alimentata a legna di Settecani. Si è, infine, mobilitata con altri per evitare la fusione del Comune.  Seppur nella più assoluta autonomia c’è stata una convergenza parallela su moltissimi temi con i consiglieri dei Cinque Stelle, comprovata nei numerosi post del blog Condividere Spilamberto. Cittadinanza ha accumulato    una competenza notevole sulla vita della nostra comunità e le funzioni della macchina comunale.

Ora Cittadinanza sta dando la parola a quei cittadini che sono vessati da un porta a porta molesto ( Noi non siamo contrari al metodo  ma contrari a come è stato organizzato a Spilamberto). Cittandinanza  ha, dunque, dimostrato che cittadini attenti alla cosa pubblica, lontani dai partiti possono fare  del bene  al loro paese! Ha riempito un vuoto: la domanda di partecipazione alla cosa pubblica, decisamente snobbata nel nostro Comune.

Per concludere: serve che il Parlamento approvi  uno statuto dei diritti delle opposizioni ed occorre rivendicare per i comuni al di sotto dei 15 mila abitanti, il ripristino del numero dei consiglieri alla preesistente  legge Calderoli. Serve, infatti,  una massa critica minima  di consiglieri di opposizione , per permettere all’opposizione di esistere.  Altrimenti siamo alla coartazione della dialettica democratica e si assiste poi alle derive autoritarie da parte di gruppi consigliari di maggioranza (Vedi modifica dello statuto comunale) in preda della sindrome di onnipotenza.

Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, istituzioni, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a E le opposizioni in consiglio comunale di Spilamberto cosa hanno fatto?

  1. spilamberto cittadinanza attiva ha detto:

    DA LEGGERE TESTO/CONTRIBUTO DI FIORELLA ANDERLINI dei Cinque Stelle
    Essere consigliere di minoranza cercando di farlo al meglio non è facile.
    Con l’obiettivo di verifica e controllo si è costretti a studiare gli atti ed a fare innumerevoli accessi per avere documenti e risposte sugli argomenti che richiedono approfondimento e dati puntuali. Sì è vero, occorre certamente tempo per tutto questo e piacere nel farlo consapevoli di avere svolto il proprio compito al meglio. Per questo mi sono piu’ volte chiesta perché i due consiglieri Forte e Malmusi, fuoriusciti dopo pochi mesi dalla lista in cui si erano candidati, non avessero lasciato il posto ai successivi per onestà nei confronti dei loro elettori. La risposta me l’hanno data loro stessi confermando con la loro approvazione quanto veniva portato avanti dalla maggioranza senza dimostrare un minimo di interesse e condivisione per le nostre proposte: dalle pregiudiziali sull approvazione della Tari per due anni consecutivi, alla errata attribuzione in merito allo studio sul miglioramento dell’Unione anziché propedeutica alla fusione dei comuni , alla nuova scuola con i dati di decrescita degli alunni da parte del ministero fino alla svendita del nostro territorio per una promessa di 400 posti di lavoro per l’area Rio Secco sud. Mirella Spadini, dopo aver inizialmente condiviso con noi alcuni temi, si è schierata a favore delle proposte della maggioranza come l’altro gruppo attaccando il m5s sui social in tutti i modi dopo le elezioni di marzo.
    Sono i fatti che definiscono le priorità dei rappresentanti eletti e questo è quanto, in questo sintetico resoconto, mi sento di evidenziare senza tema di smentita.
    Tutto il resto lo lascio giudicare a voi!
    Fiorella Anderlini

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...