il Ricandidato Costantini sempre più solo: dopo Sinistra Italiana ed MPD anche la Lista “Uniti a Sinistra” gli dice no!

solitudine trePubblichiamo la posizione della “Lista Uniti a Sinistra” capeggiata dalla consigliera Mirella Spadini, pubblicata nel giornalino del comune, che esprime un giudizio severo all’operato del sindaco e  dichiara: “La decisione del Partito Democratico di ricandidare Costantini, purtroppo, non consentirà di riunire la sinistra in una unica lista elettorale”.

Questa dichiarazione pubblica mette a tacere voci provenienti dal PD che scommettevano che  la lista di sinistra sarebbe confluita in sostegno a Costantini. Sinistra Italiana ed MDP ( Bersaniani) hanno detto già no alla proposta,,è in arrivo un pronunciamento in questo senso da parte di Rifondazione Comunista. Il fronte popolare di Calenda  si potrà anche  fare a Spilamberto, ma senza la sinistra!   Buona Lettura CS

Ecco il testo
solitudine dueCinque anni di deludente amministrazione Costantini, tante promesse ma pochissime le cose fatte!

Fra circa sei mesi gli spilambertesi saranno chiamati a rinnovare il Consiglio Comunale e a eleggere il Sindaco. Pensiamo sia utile fare un bilancio di questi 4 anni e mezzo di mandato del Sindaco Costantini. Questi ultimi anni sono stati caratterizzati da grandi difficoltà economiche che hanno interessato moltissime persone e aziende. Anche gli Enti Locali, per colpa di politiche economiche sbagliate a livello nazionale ed europeo, hanno dovuto fare i conti con risorse ridotte a fronte di un aumento della spesa sociale.

A Spilamberto sono state portare a termine, non senza colpevoli ritardi, importanti opere come il Poliambulatorio e il piazzale della Rocca che erano state progettate e finanziate dalla precedente Amministrazione.

Dobbiamo però osservare che, come ogni spilambertese potrà verificare, nessuna altra opera importante è stata realizzata in questi quattro anni. Diamo atto che la Giunta Costantini ha investito importanti risorse per la manutenzione e messa in sicurezza antisismica delle scuole e ha fatto importanti interventi al cimitero del capoluogo.

Altro aspetto che riteniamo positivo è l’impegno sincero per la difesa e promozione della memoria e dei diritti umani e civili, in particolare per le posizioni prese a favore dei migranti. Constatiamo però che le roboanti promesse fatte in campagna elettorale e la quasi totalità dei punti riportati nelle Linee programmatiche di Governo, sono stati sostanzialmente disattesi. Costantini ha preferito investire tempo per portare avanti una improbabile quanto nociva fusione dei Comuni e non si è concentrato su quanto contenuto nel suo programma e sulle reali necessità dei cittadini di Spilamberto. Anche i risultati sulle deleghe che ha nella Giunta dell’Unione sono stati, a dir poco, catastrofici.

solitudineIl turismo, la promozione della cultura e del territorio erano uno tra i punti più importanti del programma elettorale di Costantini. Vediamo com’è andata: per l’EXPO quasi nessun visitatore ha raggiunto il nostro territorio. Il Museo dell’Aceto Balsamico vede, per la prima volta dall’apertura, una riduzione dei visitatori. Fino a 3 anni fa avevamo un Ufficio Turistico dell’Unione aperto a Spilamberto.

Nel programma di Costantini c’era questo impegno: “Riorganizzazione totale dell’ufficio turistico esistente: esso deve diventare davvero un riferimento per turisti e visitatori”. Evidentemente per “riorganizzazione” intendeva rottamazione perché un ufficio che funzionava e gestiva un buon sito internet è stato definitivamente chiuso e non è stato sostituito con nessun servizio analogo. In questi quattro anni non è nemmeno stato in grado di realizzare un cartellone unico degli eventi dell’Unione Terre di Castelli e non ha messo in rete i numerosi musei presenti nell’Unione. Il Poesia Festival ha rischiato, anche per sue responsabilità, la chiusura.

Vediamo poi cosa era scritto nel programma per il centro storico: “Elaborare un progetto organico in merito alla Rocca”, “Rendere il parco della Rocca: “vivo e vissuto” e collocarvi all’interno un locale di ristoro”, “Portare a conclusione l’accordo con la Parrocchia per la sistemazione degli immobili su via S. Adriano”, “Trasformare Via Roncati in una piazza”. Nessuno di questi progetti è stato realizzato. Il nostro giudizio su questi 5 anni di mandato è pertanto negativo. La decisione del Partito Democratico di ricandidare Costantini, purtroppo, non consentirà di riunire la sinistra in una unica lista elettorale.

Lista “Uniti a Sinistra per Spilamberto e San Vito”

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...