MDP-Art Uno e Sinistra Italiana non sosterranno il candidato del PD Costantini a sindaco di Spilamberto!

costantini alfaIl comunicato che segue di MDP-Art Uno e Sinistra italiana di Unione Terre di Castelli è netto.  La sinistra/sinistra non accetta imposizioni e di conseguenza non sosterrà il candidato ufficiale del PD, Umberto Costantini ,a Sindaco di Spilamberto. L’autosuffcienza non paga sia in politica che nella vita.

Comunicato stampa di Sinistra Italiana e MDP art Uno Terre di Castelli 

NOMI O PROGRAMMI?

Apprendiamo dalla Gazzetta di Modena e dal Carlino   che il comitato direttivo del PD di Spilamberto ha votato all’unanimità la riconferma della candidatura a sindaco di Umberto Costantini. A commento di ciò, le esternazioni del segretario PD Morselli che” esprime piena fiducia nel sindaco uscente che risulta essere nuovamente e con convinzione il candidato del PD di Spilamberto  in un ottica di continuità  (…) Ora c’è la necessità di avviare subito un confronto che coinvolga certamente le altre forze politiche del centrosinistra”.

Sinistra Italiana, MDP- Art. Uno,  unitamente, esprimono la loro decisa distanza da un modus operandi che prevede una candidatura autocefala da parte di un organo di partito ( comitato PD), ‘convocando’  poi altre forze politiche a ‘ratificare’ le proprie decisioni. Le autocandidature incentrate su nomi, a Spilamberto e altrove, fanno parte di un tempo della politica passato e sconfitto. Le forze di sinistra, chiamate a raccolta dal PD, dovrebbero esprimersi su  un  nome e su programmi, in un un tavolo al cui lato sta quel PD locale intriso da una mentalità neoliberista e, dunque, diametralmente opposta alla nostra.

costantini betaNon ci dimentichiamo che Costantini non ha voluto neppure discutere  l’ODG contro il TTIP, non ha votato in Unione l’odg su CETA, proposto dalla Coldiretti, ed ha insabbiato l’ODG proposto dalla Cgil contro le cooperative spurie. Il senatore PD Richetti invocava la forza pubblica contro gli scioperanti della Castelfrigo al fianco dei quali ci siamo schierati, senza che nessuna presa di distanza venisse d al sindaco, intento a tessere le lodi del Jobs Act.

Quello stesso Sindaco che si è espressoa favore di quelle fusioni dei Comuni alle quali noi eravamo e restiamo contrari. Un sindaco dal quale ci separa anche una diversa concezione delle politiche ambientali, non avendo neppure tentato di avviare il progetto Dea Minerva, ma abbattendo oltre cento alberi.

Critichiamo inoltre la progressiva trasformazione della Fiera di San Giovanni in una sagra. Lamentiamo che non sia partito nessuno dei progetti promessi(Rivitalizzazione Centro Storico, Santa Maria degli Angioli, recupero Rocca Rangoni, sistemazione biblioteca, viabilità ecc).

Quali sarebbero dunque i punti di unione con le “convocate” forze di “centro-sinistra”? Costantini non è il nostro candidato: Non abbiamo condiviso il suo programma cinque anni fa e non lo condividiamo ora.

MDP – ART UNO , Sinistra Italiana Unione Terre di Castelli

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...