Rusco. Il Porta a Porta, secondo il rito talebano /Spilambertese, è fallito! Si torni ai cassonetti e da lì ripartiamo…

cassonetti-intelligenti-aosta-rifiutiQuando questo incubo del Porta a Porta è iniziato, si disse che era sperimentale ed insieme ai cittadini si sarebbe deciso dopo la sperimentazione cosa fare!. Cittadinanza Attiva, in più circostanze ha invitato, pur denunziando le magane del progetto, a “ provarci”. Abbiamo provato, visto e sentito, soprattutto la puzza e senza tema di smentita possiamo affermare che la sperimentazione del Porta a Porta è fallita.Quindi la casta politica locale, dovrebbe ammettere il fallimento , tornare ai cassonetti, rinunciare a propositi di percentuali mirabolanti, evidentemente utili al sindaco per la sua carriera, per raggiungere invece  gli obiettivi europei ( 72% entro il 2019) e,visto che eravamo arrivati al 67%, I politici potrebbero invitatore i cittadini a fare uno sforzo volontario per arrivare al 72% senza ricorrere alle molestie del Porta a Porta. Non siamo obbligati a fare i primi della classe, visto che i nostri sforzi alla fine forse  non riducono tanto l’inquinamento, poiché tutto quello che è bruciabile rischia di finire all’inceneritore/ generatore di energia elettrica di Modena.

Non essendoci più i cassonetti i non paganti ( oltre al fatto sgradevole che paghiamo noi per loro) buttano ovunque il rusco.

intelligentiLa stragrande maggioranza delle persone è imbufalita, gli anziani sono in difficoltà, sia perché vedono ostruiti i marciapiedi, sia perché alcuni sono vittime della vergognosa vicenda della privacy , il Porta a Porta rende pubblico lo stato di difficoltà de nostri anziani con l’esposizione davanti a casa  della pattumella grigia contenente i pannoloni per gli incontinenti. Raccapricciante!!!

Emblematica la vicenda degli sfalci. Dove c’è ancora tanta confusione, è la prova della distanza della politica dai cittadini. Pare evidente che per la natura di Spilamberto, fatta di tante casette, la questione degli sfalci è centrale. I Nostri politici non ci avevano pensato, dimostrando di non conoscere il paese che amministrano!

Non può essere Costantini, infine, che decide i giorni in cui gli Spilambertesi debbano mangiare pesce o farsi una grigliata con gli amici, perché se non imbroccano il giorno di consegna  sono obbligati a tenersi la puzza in casa! Qui si passa dallo stato etico, al comune etico!

intelligenti 3Torniamo ai cassonetti e con i cittadini decidiamo insieme cosa fare a cominciare dalla necessità di liberarci di Hera. Hera durante le passate elezioni comunali fu spesso criticata dal Candidato a Sindaco Costantini e sempre difesa dal Sindaco Costantini dopo le elezioni.
Non siamo gli unici a voler tonare all’antico ed amato cassonetto. Mentre in alcuni casi il Porta a Porta calibrato con le esigenze dei cittadini, funziona ce ne sono altri, dove vengono fatte delle precipitose marce indietro: Una per tutti il centro storico di Bologna, dopo la lunghissima sperimentazione si torna all’antico! Tornano indietro, smetteranno di fare il porta a porta. ( Carlino/Bologna 27/Giugno/ 2018 ).

Serve una petizione popolare, dove si dimostri con chiarezza che la maggioranza dei cittadini sono contrari al Porta a Porta e si indichi all’oggi l’unica soluzione possibile il ritorno ai cassonetti, magari davvero intelligenti ( Ci sono) e da lì si riparta!

Sì alla differenziata. No al Porta a Porta formato Talebani. Torniamo ai cassonetti.

intelligentidue

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, cittadinanza attiva, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Rusco. Il Porta a Porta, secondo il rito talebano /Spilambertese, è fallito! Si torni ai cassonetti e da lì ripartiamo…

  1. rossorelativo ha detto:

    senza andare tanto in là, unione del sorbara, cassonetti intelligenti che dopo anni di sperimentazione (tra cui quella iniziale fatta proprio a spilamberto, o meglio a san vito) funzionano molto bene e sono comodi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...