Porta a porta. La sperimentazione è andata male. Si deve e si può  tornare indietro!! Fermiamoli!!

rusco agostoAgosto si è concluso e, a settembre inoltrato, non accennano a cessare le immagini imbarazzanti di abbandoni di pattume e, peggio ancora, di una “normalità” di strade e marciapiedi invasi da orrende pattumelle o da sacchi dell’immondizia in attesa.  Se aggiungiamo lo sporco ai bordi delle strade urbane e nei parchi, oltre agli episodi di “esternazioni ” di vari bisogni fisiologici en plain aire, è piuttosto difficile dare credito agli impegni del Sindaco sul decoro urbano, che aveva così ripetutamente assunto nel suo programma elettorale ( Pag. 26 del suo programma).

Concentriamoci su questo. Il decoro, promesso dal Sindaco ai cittadini spilambertesi , è davvero scemato, c’è un senso d’abbandono e di sciatteria che pervade il paese.  Questo accade perché tutti, compresi i cultori degli  illeciti sgradevoli, hanno la sensazione che Spilamberto sia abbandonato a se stesso.  Forse questo clima deriva anche dalla poco convinta presenza  nel paese del Nostro Sindaco (almeno fino a poco tempo fa), molto impegnato a Roma.  Non ci sono vigili ( Sono in quattro e ne servirebbero per legge 12 );  delle telecamere o varchi elettronici, si era  parlato ma nulla si sa! Il DASPO ( voluto dal PD) non ci risulta che sia mai stato utilizzato da parte del sindaco e così, senza reagire, ci teniamo urinatori e defecatori a cielo aperto ed una Spilamberto indecorosa. Non riusciamo però a sorridere.

pietroRegistriamo inoltre che  il disagio per il Porta a Porta non accenna a scemare e il modello talebano che ci è stato imposto è stato sconfitto e simbolicamente demolito dal signor  Pietro,  che con il suo cartello si è posizionato sotto il comune, rivendicando il suo diritto alla libertà ( di muoversi sui marciapiedi).  Anche i tentativi più moderati ( vedi la raccolta di firme che chiedevano migliorie) non hanno avuto risposta. Il sindaco non ama rispondere ai cittadini… è per la partecipazione!!

Il progetto di questo  Porta a Porta  è fallito miseramente e, adesso, bisogna fermarlo.

Noi, come Cittadinanza Attiva,   c’eravamo dati fino a Settembre per sperare che le cose migliorassero, anche contando su quanto dichiarato dal Nostro,  che testualmente recitava:

…Valutare un sistema di sperimentazione in tappe (quartiere per quartiere) per l’inserimento del sistema “porta a porta” su base volontaria  … pag 25 del programma di mandato!

ma la nostra sensazione è che il disagio sia notevolmente aumentato, senza nessuna “valutazione” . 

Il porta a porta è stato imposto in fretta e non è su base volontaria, come era scritto nel  Programma. Ancora una volta Costantini, privilegiando le sue relazione con l’establishment  locale ( Hera)  ha fatto tutto di testa sua. Altro che base volontaria, altro che tappe, altro che sperimentazione.  Siamo alle solite: “Passata la festa (Voto) gabbato lo Santo ( Spilamberto).   Costantini in molti punti ( e platealmente) non ha  rispettato il suo programma di mandato, compreso sulla vicenda, importantissima per la vita quotidiana dei cittadini, del  porta a porta.  

Comunque, provando a prendere sul serio il Sindaco,  e visto che  di una sperimentazione si trattava, si prenda atto che si  è conclusa molto male, torniamo  ai nostri cassonetti e  ad una valutazione, quartiere per quartiere, ascoltando i cittadini DAVVERO! e  da lì ripartiamo.  Far credere che sia l’Europa che ci impone il Porta a Porta è una mistificazione bell’e buona o, nella migliore delle ipotesi, una pessima informazione data ai cittadini.   Guardiamo alle nuove esperienze,  come Grosseto. Il porta a porta sta per essere superato,perché non risolve il  motivo per cui era stato proposto: la corretta applicazione della tariffa puntuale.

Riassumendo.  Sì alla raccolta differenziata e fatta bene! No al Porta a Porta come unica possibilità, alla faccia dei cittadini. Ogni cittadino ha il dovere di consegnare  i rifiuti correttamente ma anche il diritto di poterlo  fare nei modi  e nei tempi a lui più consoni. Non come fa comodo ad Hera o al Sindaco di turno.  

rusco agosto due

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, locale, Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...