Spilamberto e la libertà di ricerca, una brutta storia!

ricerca uno

Non possiamo non commentare,  poiché è successo a Spilamberto, quanto è accaduto al nostro concittadino, dotto Stefano Montanari Montanari.

 

La Guardia di Finanza ha perquisito  l’appartamento del dottor Stefano Montanari e della dottoressa Antonietta Gatti, a Spilamberto.  In seguito  il loro laboratorio,  Nanodiagnostics, dove hanno  sequestrato tutti i computer e i documenti in possesso.

 

ricerca dueIl  Ricercatore spiega i motivi della perquisizione. Al momento si apprende che è stato aperto un procedimento per truffa, avviato dalla Procura di Reggio Emilia. «La Procura ha deciso che io dovessi essere bloccato – dice Montanari  – Avremo mangiato qualche bambino… Nessuno potrà ripagarci del danno. Non abbiamo più alcuno strumento per proseguire la nostra attività e le nostre ricerche ».
Una delle attività principali della Nanodiagnostics consiste nella ricerca sulle nanopatologie, che  in diversi casi hanno sostenuto di riscontrare all’interno dei vaccini da somministrare ai minori. Tesi che ha sollevato le critiche di una   parte della comunità scientifica  e dallo stesso ministero della Sanità.

Brutta storia quella di provare a fermare la ricerca scientifica indipendente, non con la confutazione dei dati,  ma con la Finanza. Pericoloso  ed assai oscurantista. E’ da ricordare che le ricerche dei due scienziati hanno dimostrato in modo inequivocabile che i nostri sodati nei Balcani, sottoposti alle nanoparticelle  sprigionate dai proiettili con uranio impoverito, erano soggetti a tumori ed altro. I due si sono rivelati scienziati scomodi ma rigorosi. Ora, esaurite le vie della confutazione scientifica da parte del Ministero della Sanità,  con scarso successo, sembra che si provi a fermarli con la Finanza e… l’inverosimile  accusa di … truffa. Un centro di ricerca indipendente per ora è stato neutralizzato. Vedremo il seguito.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...