Forte e Malmusi ( Consiglieri) scrivono una lettera al grande assente (Sindaco)

forte due

Rilanciamo  la nota  dei Consiglieri Forte e Malmusi, pubblicata sul giornalino del Comune,  sulle assenze sognanti del  sindaco di Spilamberto. Buona Lettura CS 

LETTERA AL GRANDE ASSENTE

Caro Umberto, fare il sindaco è certamente un grande onore, ma è soprattutto un grande onere. Le grandi responsabilità che derivano da tuo ruolo necessitano di una altrettanto grande presenza in paese, non solo fisica, ma anche di attenzione, concentrazione, determinazione, volontà. Tutte queste caratteristiche che fanno di un sindaco un buon sindaco, indipendentemente dalle idee politiche, sono state da te perse da tempo.

Mentre tu Umberto non ci sei, il paese vede i suoi problemi, ormai cronici, peggiorare giorno dopo giorno. Mentre tu non ci sei i cittadini perdono sempre più quel poco di senso di sicurezza che è rimasto loro e no Umberto, non basta minimizzare gli eventi per risolverli. Aggressioni e furti non si cancellano dichiarando che tutto sommato sono numericamente in linea con quanto avviene negli altri comuni; sono lì, e aumentano. Mentre tu sei assuefatto dai tuoi sogni e dai tuoi sorrisi a tutti i costi i tuoi cittadini sono esasperati e chiedono a gran voce un maggiore presidio del territorio, ormai in mano alla delinquenza, e le nostre mozioni in tema sicurezza approvate dal Consiglio Comunale a larga maggioranza o all’unanimità giacciono ancora irrealizzate, da tre lunghissimi anni. Gli spilambertesi ti chiedono più vigili urbani Umberto, e tu non senti, perché le tue orecchie percepiscono solo la musica dei tuoi sogni.

forte 3

Mentre tu non ci sei Umberto il paese è sempre più caratterizzato da fenomeni di degrado, palesi ed evidenti agli occhi di tutti, tranne ai tuoi evidentemente, troppo interessati a favoleggiare sul “futuro”, parola che in questi tre anni di legislatura hai abusato, senza renderti conto che il paese reale, quello che tu non vivi, sta invece andando verso il passato, o verso un pessimo futuro, che sono la stessa cosa.I fenomeni di abbandono dei rifiuti sono onnipresenti per le vie del paese e no, caro Umberto e cara Giunta, non basta mettere un cartello con scritto “non abbandonare” per risolvere il problema.

Quello che si vede della tua presenza Umberto è solo il segno dell’accetta che ha tagliato decine e decine di alberi per le vie del paese, cancellando il giardino della scuola, ridotto ad una risaia, e l’ombra che tanto piaceva ai cittadini che passeggiavano per la ciclabile. E lo hai fatto con grande superficialità, perché se avessi provato a guardare più in là dei tuoi sogni ti saresti accorto che per anni chi è stato incaricato di intervenire su quegli alberi li ha feriti mortalmente con potature mal eseguite. E’ su chi ha condannato a morte le nostre piante che avresti dovuto intervenire, con determinazione, invece ti sei limitato ad applicare la sentenza di morte, fantasticando su quanto saranno belli i nuovi giardini e i nuovi orti, che già sappiamo, nella realtà, che fine faranno: rimarranno inutilizzati e si degraderanno in pochissimo tempo.

Forte 4

Se tu fossi stato più presente Umberto, avresti potuto seguire meglio tutto quel che è accaduto dall’incendio della casetta del Parco Arcobaleno in poi, che ha portato alla rimozione di tanti spazi tra Spilamberto e San Vito che erano grandi poli di aggregazione dei cittadini. Umberto stai vivendo la tua responsabilità di sindaco pensando che tutto sia un sogno, pensando che sia sufficiente sorridere e dire “non farlo più” per cancellare i problemi del paese. Ferma i tuoi sogni Umberto, metti i piedi sotto la scrivania e soprattutto metti i piedi per le vie del paese, togli gli occhi sognanti e sostituiscili con macchine fotografiche che ti restituiscano la realtà di un paese che ha bisogno di un sindaco

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...