Spilamberto.La sinistra dice no all’inutile scuola media

scalatore uno

La sinistra dice no all’inutile scuola media con aggiunta della nuova scuola elementare al primo maggio. Sono stati già stanziati 180 mila euro per la progettazione specifica della scuola media e 30 mila euro  per progettare l’utilizzo della vecchia ASL che era già stata progettata a costo zero  per allargare la scuola in via Marconi !  Buona lettura CS

Ecco il testo pubblicato sul giornalino del Comune della Lista Uniti a sinistra

Buon governo e buona scuola?

L’avete letto, sentito e commentato; stanno indebitandoci per 200.000 €, subito, in cambio di un sogno: il sogno del Sindaco Costantini, un giovane che ambisce a una rapida carriera in politica.

Nel programma elettorale prometteva, e se ogni promessa è debito ancor più dovrebbe esserlo per un Amministratore, consumo suolo con saldo 0 (zero!), ampliamento della scuola nell’ex USL; immagino sottintendesse di non sprecare, oltre al suolo, denaro dei cittadini.

Spilamberto non ha esigenza di nuovi edifici scolastici, per altro urbanisticamente mal collocati, e non abbisogna di nuovi debiti. Inoltre una scuola, sottraendo spazio al polo sportivo 1° Maggio, implica aree per la sosta, collegamenti con il centro e con le periferie, future nuove aree e attrezzature sportive, implica l’abbandono di usi consolidati in generazioni di studenti e genitori.

Dovrebbero saperlo i nostri Amministratori che certi studi non approdano a risultati efficaci; pur di giustificare un nuovo edificio scolastico, danno numeri in netto contrasto con le previsioni del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ipotizzando aumenti della popolazione scolastica. Evidentemente non gli è bastata la recente esperienza sulle Fusioni dei Comuni.

scalatore tre

Cosa c’è di positivo nello spostamento delle medie?
La possibilità di realizzare un edificio che consenta una buona didattica.
È possibile affermare che un edificio consente di esprimere questo sano intento?
Non hanno importanza gli insegnanti? Non servono i libri di testo? Non sono meritevoli gli alunni che studiano impegnandosi per ricevere cultura?
Pare che la magia di un nuovo edificio annulli ogni altra risorsa.
Il sito della scuola, prossima al Centro Storico, che sorte subirà? Quali sono le prospettive credibili per l’attuale area scolastica? Sarà destinata alle elementari, vanificando l’esperienza pluridecennale dell’Istituto onnicomprensivo? E quali per il fabbricato di via Marconi? Sarà messo in vendita o diventerà sede museale, per non si sa cosa, e diciamoci la verità: di altri musei Spilamberto non sa che farsene! Senza voler polemizzare… si sono liberati pure dell’Archivio Storico!
Tutti al 1° Maggio? Allora sarà davvero una mega scuola… la moltiplicazione degli edifici da manutenere! Non riesco a immaginare che sorte toccherà agli edifici attuali e alle aree circostanti. Suggeriscono di venderle per realizzare ville di prestigio… Mi si consenta un sorriso!
Con 200.000 € pagheremo un progetto che consentirà l’accesso al bando per l’assegnazione di finanziamenti pubblici (sempre € nostri sono!). Ne conseguono due scenari; il primo ci vede perdenti ed è facile dedurre che ci spartiremo il debito pro-capite, con la disequità cui ci ha abituato questa Giunta. Il secondo ci vede fruitori di quei finanziamenti, lasciando aperto un quesito non insignificante: saranno sufficienti per saldare i costi del fabbricato e delle attrezzature? A chi l’onere dell’investimento non compensato dal finanziamento pubblico?

Mi rendo conto di avere posto interrogativi e offerto poche risposte.
Sono convinta che si possano trarre conclusioni passeggiando in paese, arrivando al 1° Maggio dove immaginare edifici in luogo delle aree verdi o alla biblioteca che meriterebbe una sede ben più idonea ma… prima o poi qualcuno ci penserà! Al contiguo Famigli dove godere di lezioni, conferenze, proiezioni ma… si può sempre realizzare una bella sala nella nuova scuola, no?
Il buon senso, che in politica è dote necessaria, induca i giovani eletti a valutare le scelte che stanno imponendo al paese.

Mirella Spadini
Lista Uniti a Sinistra per Spilamberto e San Vito

scalatore due

 

 

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...