Metà mandato di Costantini sindaco PdR di Spilamberto

lcostantini-sport

“Chi si loda s’imbroda” Un intero giornalino del Comune dedicato al bilancio di metà mandato, dove gli effetti speciali fatti di giuochi con  schemi numerici, lo rendono incomprensibile.

Con un apparato propagandistico che farebbe l’invidia del sindaco di New York, rinforzato da strateghi della comunicazione politica assunti a chiamata , ci saremmo aspettati qualcosina di più comprensibile.  Resta  il fatto che si è provato maldestramente, a spese dei contribuenti, a mettere in piedi un po’ di propaganda. Torneremo su questo bilancio di metà mandato e sulle promesse elettorali mancate.

Intanto, come assaggio, invitiamo a rileggersi l’articolo del 2014 che riportiamo sotto che riassumeva  un’ estrema sintesi (ma c’era molto altro) delle promesse elettorali del sindaco e a confrontarle con quanto realizzato !!

Pubblichiamo un intervento di uniti a sinistra sul tema apparso sul giornalino “dell’imbrodata ” .  Buona Lettura CS

segue post

Scarsi risultati e molte ombre nella prima metà del mandato di Costantini

Ci avviciniamo ai 3 anni di mandato del Sindaco Costantini e osserviamo che non è stata prodotta un’analisi attenta su quanto contenuto nel Programma di mandato e quanto realizzato in questi due anni e mezzo, a nostro avviso pochissimo! Forse la maggioranza l’ha fatto, non pubblicamente; parrebbe piuttosto complicato motivare il gap tra quanto annunciato in campagna elettorale e nel Programma di Mandato e quanto i nostri concittadini possono vedere realizzato.

Questa difficoltà nei rapporti tra l’Amministrazione e la cittadinanza si misura anche nelle pochissime occasioni di ascolto e confronto attivo con i cittadini. Probabilmente hanno preso atto che la democrazia partecipata è compito difficile e richiede umiltà e impegno, più semplice diffondere colorati pieghevoli, peraltro di difficile lettura.

Diamo però atto che alcune cose positive sono state fatte ed esprimiamo apprezzamento per i risultati della lotta all’evasione fiscale. Apprezziamo anche gli investimenti che hanno trovato attuazione, quelli per la sicurezza scolastica e per la manutenzione del cimitero storico.

Vedremo finalmente compiuto il piazzale antistante Rocca Rangoni. Bene, ma non dimentichiamo che la scelta di modificare il progetto originario, respinta dalla Soprintendenza, vedrà la fine lavori, affidati in tutta fretta con un bando al massimo ribasso, con parecchi mesi di ritardo.

Non abbiamo notizia di percorsi partecipati o di progettazione comune con le Associazioni su come utilizzare la “Casa delle Culture e delle Arti”, nella ex chiesa di S. Maria, il rischio è di ricavarne un bel contenitore costoso e vuoto.

Sulle politiche ambientali, a parte 2 interventi su strutture pubbliche, di rimozione dell’amianto, non pare siano state messe in campo idee né tantomeno risorse.

Sulla raccolta dei rifiuti la situazione è praticamente ferma al 2014 con Hera che continua a gestire il servizio senza gara in regime di proroga da anni. Fondazione di Vignola assegnò finanziamenti per realizzare orti urbani nel Parco di via Malatesta, trasferiti per difficoltà organizzative al Parco della Pace, nulla si è visto neppure lì. Pare che dietro le frequenti parole di promessa ci sia un puntuale deficit di capacità organizzativa.

Non sono state messe a punto opere attinenti la sicurezza di persone e cose. Servono opere sulle strade, per la sicurezza dei cittadini: ciclo-pedonale tra San Vito e Settecani – messa in sicurezza incrocio Via S. Liberata e Via Montanara – protezione delle isole di conferimento rifiuti sulle strade provinciali.

Il bonus derivante dalla estrazione di idrocarburi continua a essere dato a pioggia a tutte le famiglie non per reale necessità di spostamento e senza tener conto del reddito, e quindi non utilizzandolo per sostenere realmente la mobilità sostenibile.

Ci pare sia questa Amministrazione capace di pubblicare articoli e realizzare volantini, a spese dei cittadini, che sa fare promesse salvo poi non riuscire a dar seguito a tali promesse, un’Amministrazione che fonda il suo rapporto con i cittadini sul dire anziché sul fare e che basa il suo programma sull’apparenza anziché su una coerente capacità di produrre risultati utili.

rivoltare

 

In ricordo del dottor Nicola Medici

Ringraziamo il sig. Elmi per il pensiero: “Il dr Nicola Medici ha onorato la sua professione con premurosa attenzione e profonda sensibilità umana, facendo della sua attività un autentico servizio alla comunità spilambertese… grazie Nicola”Auspichiamo che sia accolta la sua eredità fatta di volontariato, soprattutto per i più deboli.

Lista “Uniti a Sinistra per Spilamberto e San Vito”

 

 

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...