Note sulle elezioni comunali di Castelnuovo

Bellucci uno

La lista di Castelnuovo Partecipazione Consapevole è innanzitutto una lista civica e programmatica. Castelnuovo, però, non ha  vere e proprie liste civiche, ma  liste che, a vario titolo, sono   collegate  a visioni e partiti nazionali.

La lista di centrodestra fa riferimento a Forza Italia e ad altri. La lega Nord è dichiarata . Il PD si presenta come “centro sinistra per Castelnuovo Montale”, ma è  il PD. La lista della Partecipazione Consapevole  è ad adesione programmatica ma vede al suo interno tanti indipendenti ed  il variegato e frammentato mondo della sinistra. ( Sinistra Italiana, Possibile, Rifondazione e PCI, ecc..) Da questo punto di vista è anche un piccolo laboratorio provinciale. Nella prospettiva delle prossime elezioni politiche, si potrà valutare   quanto può valere una lista unitaria della sinistra. Si  dimostra a Castelnuovo  che la sinistra può unirsi, senza impiccarsi a sottili ed incomprensibili distinguo. L’elettorato che votò cinque stelle alle altre elezioni, infine, potrà  prendere in considerazione l’offerta  di Partecipazione Consapevole.

boni

Il laboratorio Castelnuovo non vale solo per la sinistra, vale anche per gli altri soggetti in campo. La Lega Nord utilizza la scadenza per far conoscere ancor di più  il logo, in attesa  delle prossime elezioni e propone come  punto forte , quello della sicurezza. Il conflitto sociale del comparto carni spaventa  segmenti non trascurabili di elettori  ed  essendo elezioni locali, questi elettori possono  prendere la decisione di votare Lega, anche se alle nazionali non lo farebbero, perché comunque la Lega  pone in maniera poco ortodossa  il tema dell’ordine pubblico.

La lista civica di centro destra si mette alla prova dell’alternativa, ma paga il non essere riuscita a mettere insieme tutti con una proposta programmatica. Non è riuscita a mettere in campo il modello Savignano, che è un modello vincente.

soli

Il PD ha, per effetto del sistema elettorale,  la possibilità di riconfermare la guida al comune.  Il PD è solo, senza alleati ed esiste una quota di  elettori  che potrebbe  decidere di mandare un  segnale  al PD (Renzi) non votandolo a livello locale. 

Un insegnante, ad esempio, spaventato dall’arrivo della  gragnuola di nuovi decreti, figliati dalla legge 107 ( Buona scuola) votando  contro il PD, può sperare di fermare  il  governo e le sue nefaste idee  sulla scuola. Ed ha un’alternativa più che dignitosa: votare  Partecipazione Consapevole.   Vale per i pensionati che si vedono  bloccate le pensioni e sono economicamente messi male, vale per i dipendenti pubblici che hanno il contratto anch’esso bloccato, per quelli che subiscono  il Jobs ACT. Vale  per la cultura, per  lo Sblocca Italia. Anche un elettore Cinque Stelle, visto che questo movimento non si presenta a Castelnuovo in questa tornata elettorale, ha un’alternativa radicale  al PD: la candidata a  Sindaco Claudia Bellucci. Vedremo!

paradisi-massimo_or

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Note sulle elezioni comunali di Castelnuovo

  1. adele ha detto:

    veramente triste l’appello al voto a quelli del M5S di Castelnuovo, per la lista di sinistra…

    Mi piace

    • spilamberto cittadinanza attiva ha detto:

      Ci fa dispiacere che un articolo d’analisi per un blog , fatto da un gruppo di Spilambertesi, provochi a Massimo ed Adele una tale reazione.
      Gli elettori 5 stelle sono vaccinati e cittadini come gli altri, non sono radioattivi e quelli che conosciamo sono persone stimabili ed oneste. Quando si è trattato di difendere la Costituzione Repubblicana, nata dalla Resistenza e che affonda le sue radici nel Risorgimento, i cinque stelle lottavano insieme a Bellucci all’ANPI, ARCI e CGIL . per salvarla. Quindi l’analisi del post di un loro possibile voto a Partecipazione Consapevole è ragionevole. Si vota un programma ma anche una visione che questo programma incarna.
      Queste elezioni comunali, come sempre, hanno dei risvolti politici, riguardano, peraltro molti comuni. A Renzi servono per legittimarsi ed ai cittadini che hanno subito il Jobs Act, La Buona Scuola, i tagli della sanità e del welfare, possono ( è incontrovertibile) servire per mandare un messaggio politico a Lui ed all’ establishment! Questo i più politicizzati faranno. Dove sta la disonestà e la truffa? . Quello descritto dal post è una analisi che racconta un sentimento presente . Comunque il nostro era un post d’analisi, se abbiamo sbagliato analisi non avremo difficoltà ad ammetterlo

      Mi piace

  2. Massimo Tomasselli ha detto:

    Credo che i Castelnovesi voteranno per la proposta politica più convincente per il loro territorio. Ricercare consenso per quelle che sono dinamiche nazionali, riposizionamenti politici, battaglie contro tizio o caio è, a mio modesto parere, una grande truffa. Pensare che un insegnante contrario alla “buona scuola” possa ottenere qualche risultato attraverso il voto su un comune di circa 15 mila abitanti dimostra, sempre a mio parere, una profonda disonestà intellettuale. Poi, come i grillini insegnano, i voti si possono prendere anche così e se questa è la politica che vi piace, accomodatevi!

    Mi piace

    • spilamberto cittadinanza attiva ha detto:

      Ci fa dispiacere che un articolo d’analisi per un blog , fatto da un gruppo di Spilambertesi, provochi a Massimo ed Adele una tale reazione.
      Gli elettori 5 stelle sono vaccinati e cittadini come gli altri, non sono radioattivi e quelli che conosciamo sono persone stimabili ed oneste. Quando si è trattato di difendere la Costituzione Repubblicana, nata dalla Resistenza e che affonda le sue radici nel Risorgimento, i cinque stelle lottavano insieme a Bellucci all’ANPI, ARCI e CGIL . per salvarla. Quindi l’analisi del post di un loro possibile voto a Partecipazione Consapevole è ragionevole. Si vota un programma ma anche una visione che questo programma incarna.
      Queste elezioni comunali, come sempre, hanno dei risvolti politici, riguardano, peraltro molti comuni. A Renzi servono per legittimarsi ed ai cittadini che hanno subito il Jobs Act, La Buona Scuola, i tagli della sanità e del welfare, possono ( è incontrovertibile) servire per mandare un messaggio politico a Lui ed all’ establishment! Questo i più politicizzati faranno. Dove sta la disonestà e la truffa? . Quello descritto dal post è una analisi che racconta un sentimento presente . Comunque il nostro era un post d’analisi, se abbiamo sbagliato analisi non avremo difficoltà ad ammetterlo

      Piace a 1 persona

  3. spilamberto cittadinanza attiva ha detto:

    Ci hanno fatto notare che la lista del PD è sostenuta da PSI e da IDV. Il PSI si è presentato in Parlamento nelle liste del PD, più che un alleato è una corrente del PD. IDV immaginavamo fosse scomparsa.

    Piace a 1 persona

  4. Dimer Marchi ha detto:

    Stiamo al merito. Filiera delle carni: cosa è stato fatto? Risposta: i Comuni possono poco. E la Regione? E il governo? Guardiamo al PSC: partito in sordina nel 2006; ripartito in piena crisi riscodellando paradigmi da “ci pensa il mercato” e con dati supersuperati, è ancora al palo. Intanto la Regione ci prepara una proposta che ricalca quella visione con altre polpettine non proprio digeribili. Si viene a sapere di prospezioni e cosa si fa? Si invita tutti a fare un comunicato? Ma come, vorremmo far credere che di due delibere, una del governo e una della Regione non si sapesse nulla? Almeno strano e, in ogni caso, sempre di idrocarburi si tratta, alla faccia dell’innovazione e dell’economia verde. Vogliamo poi entrare nel merito di quanto sta accadendo a livello di bilanci dei Comuni e Province? Dell’articolo 5 della Costituzione bellamente dimenticato dal PD al punto che fino al 2006 non passava anno che i nostri Sindaci esprimessero serrate critiche all’impostazione del DEF da parte del governo, poi si è lasciato tutto alle “soporifere” e “attendiste” posizioni dell’ANCI?

    Mi piace

  5. William Righetti ha detto:

    Che sia un “laboratorio” è vero!
    Che sia una legge sta civica fa sorridere
    Ma piaccia o nn piaccia il vero rinnovamento lo fa il PD! ( visto che siete tutti addetti ai lavori so che condividete )

    Poi che i Castelnovesi si smartellino i maroni per fare torto a Renzi penso che solo la supponenza dell’estensore dell’articolo possa pensarlo!

    I Castelnovesi voteranno il candidato che riterranno opportuno , come hanno fatto dal 1975 in poi, sempre poco sensibili alle segreterie provinciali dei diversi partiti!

    Ma penso che sia difficile capirlo per uno Spilambertese! Si scherza

    Mi piace

  6. spilamberto cittadinanza attiva ha detto:

    A Torino un tal Fassino aveva ben governato eppure ha vinto Chiara Appendino. E’ stato un rigetto collettivo verso un PD che si proclama di sinistra ma fa cose di destra! Inaffidabile! Vedi sui voucher.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...