Spilamberto: l’improbabile scuola media

 

puffi due

Il 2 maggio  al Famigli,  la giunta ha  presentato il Progetto Partecipato per la costruzione di una improbabile scuola media.

Il 4 maggio il Carlino ha riportato le posizioni dei consiglieri di minoranza  con un titolone “Il centrodestra apre al progetto”. Estrapoliamo dal giornale le posizioni dei consiglieri d’opposizione.

Posizione di Mirella Spadini della lista Uniti a Sinistra  “ Spilamberto non ha bisogno di altre scuole, le previsioni demografiche non sono chiare e portare l’istituto lontano dal centro sarebbe già di per sé  errore. Se proprio servissero alcune aule in più basterebbe l’ex USL.”

Posizione Fiorella Anderlini, Movimento 5 stelle  “ Prima vorremmo vedere i dati a sostegno dell’imminente aumento di bambini e le carte che dimostrano l’impossibilità tecnica di ricavare delle aule nell’ex USL . Se tutto l’istituto non è antisismico, allora non ha senso spostare altrove le medie e non le elementari. Quindi non siamo contro la nuova scuola a prescindere, che nel caso sarebbe meglio realizzare fuori dal centro, ma per decidere servono numeri concreti e un reale coinvolgimento di tutte le forze politiche e dei cittadini. Finora nessuno ha potuto discutere nulla: la giunta ha calato dall’alto  la decisione  di costruire una scuola e l’ha illustrata con tante belle foto di altri Paesi”.

Maurizio Forte centrodestra: “La scuola serve è evidente , l’edificio attuale è obsoleto, insicuro e non si può sistemare  a causa di errori fatti 20 anni fa. Quindi diciamo sì a una scuola nuova , ma a patto che in breve tempo si possa ampliare per ospitare anche le elementari. Che non possono restare lì., staccate dalle medie, anche per ragioni economiche : due edifici separati costerebbero troppo. C’entrano poco le proiezioni demografiche, comunque mai precise: è più una questione di prospettiva futura. E poniamo un’altra condizione: si costruisca al centro sportivo. Il campetto della Parrocchia è uno sfogo importante per i ragazzi e farlo sparire sarebbe sbagliato”

Domanda

Nella serata si sono viste delle belle immagini in prevalenza di bambini dell’infanzia e  della primaria. Tullio Zini, architetto si è presentato infatti come progettista in prevalenza di questa area di scuola, le immagini di scuole di Copenaghen presentavano  bimbi in età prescolare e primaria,  una scuola per modalità didattiche e pedagogica distante anni luce da quella Italiana .  Umberto sa che la scuola media non è la scuola elementare e che i ragazzi di 11 /13 anni  non hanno proprio le stesse esigenze di quelli dell’infanzia e primaria?

Osservazione

Perchè ci si pone solo il problema della sicurezza della scuola media?

Se ci sono i problemi di sicurezza avanzati dallo stesso Sindaco, come cittadini, genitori e nonni ci sentiamo di chiedere al più presto che si faccia chiarezza: LA SCUOLA PRIMARIA NON E’ AL SICURO? se è così, si faccia immediatamente un piano di intervento straordinario per mettere al sicuro TUTTI i nostri bambini, costruendo una nuova scuola, per TUTTI i nostri bambini! Se questo rischio è ritenuto, invece, non esistere per la scuola Primaria, allora non ha alcun senso dividere l’Istituto comprensivo, con gravi problemi organizzativi, di governance e di continuità didattica, come sa chiunque abbia una minima conoscenza di questi temi.  Scuola nuova per tutti, e per tutti insieme,  benissimo! anche se sarebbe un grave impoverimento spostarla fuori da un centro storico già abbastanza smorto. 

Chi paga?

Non è chiaro da dove dovrebbero provenire i soldi, perché indebitare il comune con un mutuo ventennale, quando è possibile evitarlo? I soldi del  mutuo potrebbero essere utilizzati per pagare lo stipendio a  nuovi vigli urbani?

Dal titolone del Carlino “Il Centrodestra apre al progetto” ci si sarebbe immaginato una apertura al progetto specifico della Giunta, ma dalla lettura dell’Intervento di Forte si evince che egli è per fare una scuola nuova e molto diversa da quella di Costantini  e pone tali paletti, la cui somma a noi pare il più argomentato no allo specifico progetto di Costantini. Cento di queste aperture.

 

Per concludere.

Fuori le carte ed i dati.

lego 2

 

 

nuova scuola

 

 

 

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...