Sulle fusione dei comuni e sullo studio di Nomisma il giudizio di Sinistra Italiana è impietoso.

sx-it

Sinistra Italiana Unione Terre di Castelli intende ribadire la propria contrarietà per ragioni di metodo e di merito allo studio di fattibilità in vista della fusione affidato a Nomisma nel giugno del 2015 e alla sue conclusioni che rappresentano, in buona sostanza, una smentita di chi lo voleva presentare come una

risorsa per intervenire sui problemi dell’Unione ed una risposta ai bisogni delle nostre comunità. Nulla di tutto questo.

Dicemmo e ribadiamo che il problema di fondo, lo snodo reale era e resta quello di una diagnosi onesta e anche impietosa dei problemi che presenta l’Unione. Questo doveva avvenire attraverso una discussione pubblica e sulla base di dati e indicazioni fornite dagli Uffici e fatte proprie dai responsabili politici.

Dicemmo e ribadiamo che lo studio ha proceduto in modo approssimativo arrivando a formulare proposte improbabili o impossibili (come quella che includeva Savignano sul Panaro, Comune che si era chiamato fuori); tanto che ne è rimasta in piedi solo una (quella fra Castelnuovo, Castel vetro,  Spilamberto) ed un’altra viene avanzata dal Sindaco di Vignola senza che lo studio ne faccia cenno.

Affermammo e affermiamo che la perdita di sovranità da parte dei cittadini non è compensata dalle così dette municipalità che, anzi, finiscono per aumentare la burocrazia di tali Enti senza renderli più partecipati ed efficienti.

Sostenemmo e sosteniamo che i dati forniti a livello nazionale e regionale confermano che gli ambiti ottimali per operazioni di fusione si aggirano  fra i 10.000 e i 15.000 abitanti come tetto massimo.

Considerato poi che già diverse politiche, prima fra tutte  quella sui servizi scolastici, sono già condivise non si capisce perché con la fusione si potrebbe  risparmiare ancora e con l’Unione no.

Respingiamo poi con forza l’idea che l’importante è “ portare a casa qualche soldo” poi si vedrà.

Vorremmo ricordare che lo Stato, per spingere i Comuni a fondersi,  è disposto a concedere per un periodo di dieci anni, il 40 % dei trasferimenti statali del 2010, per un importo massimo fissato a 2 milioni di euro per ciascuna fusione (sempre che vi siano fondi a sufficienza). A questi possibili e non sicuri finanziamenti si possono eventualmente aggiungere quelli Regionali se previsti e se finanziati.

Poiché sempre di soldi pubblici si tratta, per di più sempre meno probabili visto il perdurare della crisi, vorremmo che prima fossero ben chiare due cose:

Quale politica della finanza locale e quale rapporto Stato- Autonomie locali si intende perseguire;

se quelle risorse sono finalizzate a migliorare e a implementare i servizi, la loro organizzazione e il loro governo o a sanare  i deficit pregressi e i minori trasferimenti.

E’ opportuno a questo proposito ricordare che i capigruppo in Unione Terre di Castelli, rispettivamente della lista  “CentroSinistra per la Terra di Castelli”e della lista “Cittadini Insieme nell’Unione”, a fronte delle difficoltà di chiudere il Bilancio 2016,  si erano impegnati per il 2017 a convocare gli Stati Generali …. Nulla ci risulta al proposito e temiamo che il 2017 ci riservi altre amare sorprese.

Per parte nostra ribadiamo che occorre rivedere le Convenzioni, nel numero e nel merito, e ridurle così da alleggerire e non appesantire ulteriormente l’Unione. Per parte nostra assicuriamo che contrasteremo ogni operazione che non sia chiara e tarsparente negli obiettivi e nelle modalità di coinvolgimento dei cittadini.

per Sinistra Italiana Unione Terre di castelli

Alessandra. Sirotti         Dimer.Marchi

 

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale, politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...