Il comune di Spilamberto dichiara “guerra” alle associazioni e ne “trapassa” ben 64, grazie alla burocrazia  compie un “genocidio” associativo. ( Prima parte)

 esclusione-due

Pubblichiamo il comunicato stampa della lista  Civica dei Responsabili capitanata da Paola Forghieri. Passare da 120 associazioni a 56, segnala una situazione inedita. Questa amministrazione comunale  pare non abbia proprio,  tra le sue priorità,  quella di favorire l’associazionismo. Anzi .

D’altronde non pochi di noi hanno sentito esponenti e guru di rilievo dell’establishment locale, sostenere che “a Spilamberto ci sono troppe associazioni”(!!).  Sappiamo di autentiche molestie burocratiche ai danni di associazioni che, ad esempio,  dovevano solo modificare lo statuto, a cui è stato  proposto  di registrarne all’Ufficio del Registro le modifiche, con oneri e spese relativi ( Cosa questa non necessaria). Alla faccia della semplificazione voluta dalla legge Zamagni. Scoperto infine l’arcano. Col nuovo regolamento della Fondazione di Vignola  le associazioni eleggeranno tra gennaio e febbraio  una loro rappresentanza in seno alla Fondazione Bancaria di Vignola.  Sarà, forse, più facile per la politica  indirizzare/orientare  le elezioni dei rappresentanti delle associazioni con 54 associazioni anziché  120? Buona Lettura CS

esclusione-tre

 Ecco il post  della Lista.

Associazionismo: il nuovo regolamento dimezza le Associazioni iscritte all’Albo. Sull’ultimo numero de “Il Comune informa” leggiamo che è stato portato a termine il percorso di revisione dell’albo delle associazioni, che ha permesso di “aggiornare l’albo comunale rendendolo più aderente all’attuale situazione dell’associazionismo spilambertese” e di “aiutare le associazioni ad adeguare il loro statuto alla normativa vigente”. Sembrerebbe un grande successo, ma i numeri sono impietosi: il nuovo albo conta 56 associazioni, meno della metà rispetto alle 120 censite dall’Amministrazione precedente. Le ipotesi sono due: o dal nostro territorio sono scomparse in pochi anni oltre 60 associazioni, il che sarebbe molto preoccupante visto il ruolo fondamentale che esse svolgono; oppure molte di esse esistono ancora ma non hanno avuto la possibilità di iscriversi al nuovo albo comunale, e ciò richiede che l’Amministrazione dia precise spiegazioni in merito a un nuovo regolamento che obbliga le associazioni, anche le più piccole, ad iscriversi all’Agenzia dell’Entrate (con un costo di quasi 500 €) e ad affrontare iter burocratici farraginosi e scoraggianti per chi vorrebbe solo impegnarsi in forma volontaria e gratuita per il bene del paese e della collettività. In questo modo molte associazioni continueranno ad esistere ma, poiché escluse dall’albo, non potranno accedere a contributi e patrocini né utilizzare gratuitamente spazi comunali. Si tratta dunque in ogni caso per Spilamberto di un gravissimo impoverimento, visto il contributo che le associazioni hanno svolto tradizionalmente sul nostro territorio, rappresentando forme di espressione individuale e sociale dei cittadini oltre che di pluralità di idee, interessi e culture.

È necessario infine ricordare che il regolamento appena approvato è frutto di una precisa scelta dell’Amministrazione, per nulla obbligata a recepire la nuova normativa, ma evidentemente poco interessata a tutelare associazioni ormai storiche del nostro paese.

Risulta incomprensibile soprattutto l’urgenza di questo regolamento, di cui nessuno sentiva la mancanza, mentre altri regolamenti, la cui necessità ha già incontrato da anni il parere unanime del consiglio comunale, non sono ancora stati scritti. È il caso del regolamento sui dehor del centro storico e di quello per la tutela del verde pubblico e privato, ancora oggi affidata al potere discrezionale dell’Amministrazione applicato caso per caso.

associazioni

 

Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...