The End della commissione intercomunale sulla fusione dei comuni ( Resoconto critico)

ridere-due

Pubblichiamo una sintesi/commento circa l’ultimo incontro  della commissione intercomunale.  Ringraziamo il consigliere e componente del comitato No Fusione di Marano Gianni  Manzini per il contributo. Buona Lettura CS

Oggetto : ANALISI REPORT FINALE DI NOMISMA, RELATIVO AL PROGETTO DI RIORGANIZZAZIONE ISTITUZIONALE DEI COMUNI DELL’UNIONE TERRE DI CASTELLI 005045 – FUSIONEQUARTO ELABORATO DI NOMISMA IN RISPOSTA AD OSSERVAZIONI E COMMENTI PRESENTATI NELLE DELIBERE DEI CONSIGLI COMUNALI DI NOVEMBRE 2016.

Bologna 30 Novembre 2016 Prot. 04/2016

NB.: Tutti i documenti del REPORT FINALE sono pubblicati sul sito dell’Unione Terre di Castelli.

La Commissione Consultiva appositamente creata, è stata convocata in data 15 Dicembre al fine di dare un giudizio sul “REPORT FINALE” di NOMISMA dopo le osservazioni e chiarimenti prodotti dai vari Consigli dei Comuni che hanno richiesto di dare corso allo studio per l’ipotesi di fusione, così come per mettere in evidenza e migliorare le inefficienze  dell’Unione Terre di Castelli.

Quasi tutti i consiglieri si sono detti NON in grado di dare giudizi sul nuovo elaborato arrivato pochi giorni prima dell’incontro, ma chi lo aveva anche solo sommariamente esaminato ha evidenziato che il REPORT FINALE è ancora pieno di errori, tali da pregiudicarne la credibilità dei dati in esso esposti.

Inoltre il REPORT FINALE non risponde alle diverse osservazioni e domande formulate negli allegati alle Deliberazioni dei Consigli Comunali appositamente redatte al fine di ottenere i chiarimenti a giustificazione dei numeri esposti nell’elaborato.

In particolare il Sindaco di Montese ha evidenziato il fatto che pur avendo inviato comunicazioni a Nomisma per ben tre volte di omissione di certi dati, ha rimarcato che anche nel quarto REPORT FINALE questi dati non sono stati ne recepiti ne inseriti.

Il consigliere Minozzi, ribadito la necessità di revisione della macchina dell’Unione Terre di Castelli che essendo logora consuma sempre più risorse e mancando un Piano Industriale il REPORT FINALE redatto da NOMISMA non serve a niente e quindi bisogna rifare uno studio che porti a fare sì che l’Unione sia più efficiente.

Il consigliere Manzini Gianni ha evidenziato, che nonostante fosse stato espressamente richiesto, anche il REPORT FINALE è stato presentato senza mettere in evidenza le modifiche apportate al precedente elaborato, così da costringere chi lo deve analizzare di dovere confrontare singolarmente ognuna delle oltre 360 pagine per scoprire eventuali variazioni e correzioni.

Se ciò non è voluto per mettere in difficoltà chi deve esaminare i documenti, si potrebbe dire che NOMISMA sembra essere una società di dilettanti.

Nelle diverse osservazioni fatte, sempre il consigliere Manzini, aveva richiesto di mettere in evidenza, in chiaro, quale fosse la situazione patrimoniale di ogni ente, quale la posizione debitoria e la ricaduta sui cittadini nelle diverse ipotesi di fusione.

Sempre il consigliere Manzini, sul tema dei possibili errori e comunque sui quesiti posti e non risposti, evidenziava come fosse illogico che analizzando le diverse ipotesi di Fusione a 6 comuni o a 3 più 3 comuni, (*di cui una sarebbe a 2 per l’esclusione di Savignano) NOMISMA abbia comparato funzioni diverse tra le diverse ipotesi e ancora di giustificare come sia possibile in caso di Fusione a 6 un risparmio per l’istruzione di 31 ,3 euro/pro capite rispetto ad un benchmark di livello nazionale, o 13,2 euro/pro capite rispetto al benchmark delle regioni del Centro Nord, contro in caso di 2 Fusioni a 3, un risparmio di 55,2 euro su base nazionale o 39,26 euro su base Centro Nord per i comuni di Vignola, Marano, Savignano (*) e 48,7 euro su base nazionale e 32,7 euro su base Centro Nord per i comuni di Castelnuovo, Castelvetro, Spilamberto.

A parte la giustificazione dettata dai numeri, ancora una volta verrebbe dimostrato che più il comune è grande più si spende o meno si risparmia, come da grafico  presente a pagina 16 del documento NOMISMA Sintesi e Conclusioni, che conferma che il miglior rapporto costo/efficienza dei servizi, si ha nei comuni che vanno dai 5.000 ai 20.000 abitanti, come attestato dalla Corte dei Conti e dagli studi redatti dalla Regione Emilia Romagna.

  • PERCHE’ DOVREMMO FONDERCI ?
  • PER AUMENTARE LE SPESE E DIMINUIRE LA DEMOCRAZIA.
  • BISOGNA INVECE CERCARE DI CAPIRE QUALI SERVIZI SONO EFFICENTABILI
  • BISOGNA ANALIZZARE SERVIZIO PER SERVIZIO, SE E’ VANTAGGIOSO CONFERIRLI IN UNIONE E O SE NON CONVIENE GESTIRLI DIRETTAMENTE NEL COMUNE.

A conferma di quanto sopra riportato, non sempre l’unione di servizi determina risparmi, interviene ancora il Sindaco di Montese Luciano Mazza (l’unico sindaco presente a parte il Presidente dell’Unione Smeraldi), portando ad esempio quanto accaduto relativamente al conferimento all’Unione del servizio di trasporto degli scolari.

Stesso servizio, stesso autobus, stesso gestore, costo del servizio gestito dal comune 80.000 euro/anno, costo del servizio gestito dall’Unione 140.000 euro anno !!! NON VA’ BENE.

fusione-quattro

Interviene successivamente il Presidente dell’Unione Smeraldi, con la seguente affermazione :

“Arrivati a questo punto, le condizioni per fare una Fusione non ci sono e resterebbe in piedi solo una ipotetica Fusione di Marano con Vignola. Bisogna quindi ripensare ad uno nuovo studio di rafforzamento dell’Unione, studio da conferire ad una società che non sia NOMISMA al fine di approfondire ciò che lo studio non ha esaminato e cioè cosa fare per migliorare l’Unione Terre di Castelli”

Interviene il consigliere Filippo Gianaroli, che dichiara che dello studio bisogna prendere quello che c’è di buono, ad esempio il fatto che lo studio abbia messo in evidenza che esistano tanti regolamenti diversi, tanti Statuti diversi, tanti Tributi con aliquote diverse, tante Convenzioni ecc., si deve varare una Commissione che inizi a lavorare su questi temi.

Tutti i Consiglieri, a parte gli errori e le omissioni del documento, hanno comunque dichiarato che lo studio è stato utile perché ha messo in evidenza che prima di attuare una Fusione bisogna approfondire le tematiche di sostenibilità e miglioramento dell’Unione.

A questo punto il Presidente della Commissione Consultiva, Marco Ranuzzini, ha dichiarato  DEFINITIVAMENTE TERMINATI i lavori della Commissione Consultiva ed ha avvisato che avrebbe inviato ai Sindaci una comunicazione in tal senso, chiedendo loro di fare pervenire le osservazioni dei vari Consigli Comunali sul REPORT FINALE al fine di definire cosa fare in futuro.

Il sindaco di Montese, ed alcuni consiglieri si sono detti non disponibili ad inviare ulteriori osservazioni relativamente al REPORT FINALE in quanto tutte le precedenti osservazioni sono state da NOMISMA disattese od ignorate e pertanto è reputato inutile rinviarne ancora.

 

Informazioni su Condividere Spilamberto

Spilamberto,Cittadinanza Attiva
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...