Spilamberto fusione: la minoranza in consiglio preannuncia il suo NO!

pesceSpilamberto: I consiglieri di minoranza preannunciano il loro No alla liquidazione del Comune. E’ un pronunciamento importante per cui anche come blog non possiamo che ringraziare le minoranze unite e compatte  che si sono politicamente pronunciate  contro uno scempio identitario, destinato a rendere più costosi i servizi e le tasse dei cittadini. Lo stato ora è il seguente: Guiglia e Savignano si sono chiamati fuori. Sono operativi due comitati uno a Marano e l’altro a Spilamberto. I consiglieri comunali di minoranza  Castelvetro e Spilamberto si sono smarcati  ed a Zocca i fusionisti del PD hanno perso le elezioni.

Una parte della maggioranza che sostiene Smeraldi con i 5 stelle sono anch’essi contrari alla fusione  e, sempre  a Vignola, è in via di costituzione un ulteriore comitato No Fusione..  Buona  Lettura e guarda il video. CS

testo post

L’otto giugno 2016, a Spilamberto, i consiglieri comunali di minoranza Fiorella Anderlini e Claudio Ori (M5s), Mirella Spadini (Lista Uniti a Sinistra) e i consiglieri Maurizio Forte e Alberto Malmusi si sono incontrati con una delegazione del “Comitato Spilamberto No Fusione” composta da Illias Aratri, Flaviana Barbieri, Luigi Cremonini, Pier Maria Ferrari, Antonio Ferrara, Graziano Giacobazzi, Maurizo Zanasi.

Il Comitato No fusione ha ringraziato i consiglieri per avere sottoscritto la petizione (2170 firme raccolte) che sostiene le tesi anti-fusioniste. La petizione esprime la contrarietà alla liquidazione del Comune di Spilamberto, la cui dimensione risulta essere ottimale per qualità della vita e dei servizi e il cui costo, pro-capite, è più basso, sia rispetto ai Comuni piccolissimi che a quelli medio-grandi.

La petizione chiede che venga rispettata la volontà dei cittadini e di conseguenza che, qualora nei referendum consultivi regionali previsti dalla legge 24/96 prevalesse il NO, anche in un singolo Comune, NON SI PROCEDA ALLA FUSIONE DI QUEL COMUNE.

La petizione fa espresso riferimento alla vicenda del Valsamoggia e a quanto accaduto nei due Comuni soppressi, nonostante avessero votato CONTRO la Fusione.

Nel corso del confronto si è ribadito che i dati che emergono da ricerche pubbliche oggettive e istituzionali che si occupano di Fusione (Ministero Interni, Regione Emilia, registro ufficiale delle imposte), testimoniano che questa riorganizzazione comporterebbe maggiori costi, maggiore burocrazia e meno democrazia per i cittadini (di Spilamberto). Tali studi trovano inoltre conferma nella situazione in cui versa il vicinissimo Valsamoggia già citato.

pesce due

Il Comitato e i consiglieri sono altresì consapevoli che il voto che verrà espresso in consiglio comunale, presumibilmente calendarizzato dal mese di ottobre prossimo, potrebbe sancire giuridicamente la “liquidazione” del Comune di Spilamberto.  Nel caso in cui la Maggioranza consigliare si esprimesse a favore, sarà l’atto Normativo di CHIUSURA DEL NOSTRO COMUNE, come recita la legge 24/96 e come la Regione Emilia-Romagna ha in più occasioni sottolineato, come nel recente parere  Regione/Comune di Gattatico.

Per questo, in maniera netta, i Consiglieri Comunali delle Minoranze spilambertesi hanno dichiarato che voteranno no alla fusione in Consiglio Comunale ritenendo prioritaria, rispetto ad eventuali diverse valutazioni, la modifica della legge 24/96 che consente alla Regione Emilia-Romagna di ignorare la volontà popolare dei singoli Comuni coinvolti, espressa nel referendum consultivo regionale.

pierrot quattro

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...