Il 25 maggio 2015 l’archivio veniva strappato a Spilamberto e portato a Vignola

pierrot treE’ passato quasi un anno dallo sciagurato trasferimento  dell’archivio storico da Spilamberto a Vignola.

Il 25  Maggio 2015   un gruppo di facchini, su ordine dell’Amministrazione comunale di Spilamberto, traslocarono a Vignola il nostro plurisecolare  archivio storico.

Il Sindaco, durante la campagna elettorale ed anche dopo, disse che la decisione, se spostare o meno l’archivio a Vignola,  sarebbe stata presa “insieme ai cittadini ”.  I cittadini fecero sapere in tutti i modi che  erano contrari  al trasferimento dell’archivio storico.  Raccolsero quasi 1000 firme. Alla fine però,  l’archivio è stato “ceduto” a Vignola.

Pierrot uno

Il 25 maggio 2015, dopo circa ottocento anni, l’archivio storico viene  strappato dal corpo vivo che l’aveva generato. Il giovane sindaco non ha avuto  pietà, non ha ascoltato il suo popolo,  ha eseguito gli ordini  pervenuti  dalla sua parte politica. I Cittadini si sono chiesti  perché mai Costantini, a cui avevano affidato il governo del  loro paese e su cui tanta fiducia   avevano riposto, facesse questo al suo paese ed in definitiva a sé stesso.

pierrot due

L’archivio storico di Spilamberto  era per importanza il terzo della provincia di Modena. Una opportunità insperata ed un patrimonio non solo culturale ma anche economico, ceduto d’un colpo, pagando per giunta per farlo  custodire a Vignola.

Come vedreste un museo della Ferrari di Maranello allocato a Barletta? Avrebbe un senso? Potrebbe diventare un centro aggregativo? Noi crediamo di no!

La prova: è  stata istituita con grande clangore un’ associazione  che doveva valorizzare il “nuovo” polo archivistico, creando occasioni culturali, eventi e studi,  ma in un anno non ha dato segni di vita . Fuori da Spilamberto l’archivio storico di Spilamberto si è inaridito.

Anche la fiducia dei cittadini verso il sindaco in quella circostanza  si è un po’ inaridita.

Non ci si fida, quindi,  delle sue rassicurazioni circa lo studio di fattibilità finalizzato a fondere i  Comuni . “Se i cittadini non sono d’accordo non si farà la fusione!”. Come con l’archivio?

Per questo l’intero paese si sta  organizzando per evitare che il peggio accada.

Abbiamo un sogno, vorremmo che i nostri consiglieri  comunali si mettessero una mano sul cuore e  votassero un ordine del giorno che impegni la giunta a riportare  a casa al più presto l’archivio storico.

L’archivio storico è dei cittadini di Spilamberto, ritorni a Spilamberto!!!

Giù le mani dal nostro Comune!

pierrot quattro

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...