La questione morale ( Quella posta da Berlinguer) sta travolgendo la politica!

morale 4Il 24 Aprile, vigilia della festa della Resistenza, il Resto del Carlino in prima pagina titolava: “ Partiti, fiducia al 5 per cento”. Avete letto bene: 5 per cento! Nel 1990 la fiducia era del 62%  e nel 2006 era al 30%. La politica è oggi una parola malata, impronunciabile, l’hanno infettata  i politici.   Ma le ragioni che hanno generata la politica sono millenarie ed   ancora valide.  

Serve un termine nuovo che recuperi il senso di servizio civico, di cittadinanza attiva, che recuperi i concetti che sono stati distrutti da troppi politici  incoscienti.

Politici  anche capaci di far le verginelle scandalizzate, quando il presidente  ANM   Davigo dice la verità, ovvero che: “ la politica ruba oggi più di ieri”. Si calcola che ci sarebbero   585 miliardi di euro in più nelle casse dello Stato se il nostro tasso di  trasparenza fosse  quello tedesco.

morale 2

Potremmo dunque chiamarla Impegno Civico, anziché Politica.

Elenchiamo gli ultimissimi “ impicci”.

Mose di Venezia , dove sono implicati tutti, ma proprio tutti( Tranne Sel e 5 stelle), è lì che incombe sulla vita del paese.  E’ stata una distrazione di denaro pubblico  tra le  maggiori della storia d’Italia.

Potenza mostra, al di là degli esiti penali, uno spaccato deprimente.

Da ormai  2 anni la procura di Firenze ha un fascicolo aperto sulle fondazioni che fanno riferimento a Renzi: Link, Festina Lente, Big Bang, e Open. Le casseforti che hanno permesso  di finanziare  la sua scalata al PD ed al paese in pochi anni. Quasi 5 milioni di Euro, parte dei quali di provenienza ancora sconosciuta.

Infine Verdini, candidato a diventare, con la  riforma (in)costituzione, un padre della patria, deve affrontare ben 6 ( sei) processi.

morale 1

Non facciamo in tempo a chiudere questo post che apprendiamo che il presidente del PD della Campania  Graziano ( già democristiano) è indagato per scambio mafioso di voti.

Nel PD molti di coloro che facevano riferimento all’insegnamento di Berlinguer in silenzio se ne vanno. Arrivano, però, i seguaci di Cuffaro, Crisafulli e numerosi  cacicchi, soprattutto al sud, transumano da Forza Italia verso il PD.

Non esiste la democrazia senza comunità civiche forti che organizzano la partecipazione. Non funzionano i partiti proprietari di una persona ( Come lo sono quelli italiani),  non funzionano i partiti leggeri fatti di iscritti ed elettori, come  non hanno funzionato  i partiti rete di comitati elettorali.  Sono tutti  talmente piccoli che sono comprabili.

Serve cambiare paradigma, servono   comunità civiche organizzate con scopi chiari e di lunga veduta, servono comunità capaci di difendersi dalle infiltrazioni  di malavitosi.

Quello che sta accadendo provoca comunque tristezza, poteva non  finire così!

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in nazionale, politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...