Pensioni e riduzioni delle aspettative di vita il Italia

spi-cgilLe dichiarazioni del Presidente INPS fanno clamore, ma non dicono nulla di nuovo. Ribadiscono (purtroppo) quello che da anni alcuni sindacati denunciano, nella più clamorosa disattenzione di giornali, partiti e governi. Che non hanno nessuna voglia di ammettere che lo scippo di 70 miliardi ai danni delle casse previdenziali (a tanto porta la “riforma” Fornero) è una follia da correggere al più presto.

In effetti una notizia davvero clamorosa, però, ci sarebbe,

ma guarda caso è accuratamente censurata dai media. Clamorosa perché rappresenta una novità assoluta nell’ultimo secolo: non è più vero che la speranza di vita continua ad aumentare: nel 2015 questa si è ridotta di due mesi e mezzo. Lo certifica l’Istat. Avete sentito qualcuno che ne parli? Che denunci ad esempio come sia ridicolo che la Fornero continui ad imporre aumenti dell’età pensionabile in nome “dell’aumento della durata della vita”? Nessuno. Eppure è la sentenza definitiva che certifica l’effetto di anni di tagli alle spese sociali e sanitarie e di peggioramento nelle condizioni di vita di chi lavora. O vorrebbe lavorare.

Lucio Saltini da FB del 21/4/16

spi cgil

Questa voce è stata pubblicata in nazionale, politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...