Casetta della Salute e Massimo Ribasso: la saga continua….

anticorruzione treCorsivo. Il nuovo codice degli appalti (approvato il 16 gennaio 2016)  è una novità  che ha avuto tra i propri ispiratori, il Partito Democratico.  Riprendiamo  dal sito nazionale del PD:

“… un quadro normativo degli appalti semplice e certo, in grado di superare molte delle inefficienze dell’attuale quadro che ha reso possibile il diffondersi di fenomeni di corruzione e cattivo uso delle risorse pubbliche. (…) Più trasparenza nella gare, più controlli e sanzioni e meno possibilità di introdurre varianti ai progetti originari”. “Gli obiettivi del Pd  … ridurre sostanzialmente la corruzione. ”

Il nuovo Codice degli appalti…  contiene … novità positive, tra le quali, dal punto di vista del lavoro, l’intervento sul ‘massimo ribasso’ che tanto male ha fatto all’economia italiana e quello sulla ‘clausola sociale’ per promuovere la stabilità dell’occupazione per i dipendenti”.  “Al Senato,… abbiamo chiesto alle autority Anticorruzione e della Concorrenza e del mercato di esprimersi sulla ‘clausola sociale’, che ha lo scopo di favorire l’occupazione degli addetti già impiegati negli appalti precedenti,. ..Per questo,  come Commissione lavoro del Senato, abbiamo invitato il Governo, nei decreti attuativi, a varare normative che tengano insieme le istanze di carattere sociale e ambientale con le leggi sulla parità di trattamento. ”.

appalti

Non era dunque una questione polemica quella sollevata dal PD locale verso la giunta Costantini/Francioso. Il PD infatti si espresse contro l’utilizzo della procedura di  “Massimo Ribasso”   per l’assegnazione dei lavori alla Casina della Salute ed al Piazzale della Rocca ( dove peraltro i lavori sono inspiegabilmente ancora fermi).  La richiesta del PD spilambertese marcava la  necessità di prevenire a titolo cautelare eventuali,  possibili derive corruttive   che trovano  nella modalità del “ massimo ribasso” il proprio cavallo di Troia e il cui  rischio è stato ormai ripetutamente segnalato dai sindacati e dai movimenti per la legalità, come Libera.   Non si può infatti dichiarare che lo strumento del “massimo ribasso “è nefasto, lavorare per fare una legge che lo riduce e mentre ciò accade, vedere una giunta PD che lo utilizza  disinvoltamente.  Tutto questo mentre   il processo Aemila  conferma che la mafia si è radicata sotto i nostri occhi, mentre organizzavamo convegni sulla legalità.

massimo ribasso

Il Movimento 5  stelle, come prevede il suo ruolo di oppositore, ha  fatto le pulci alla “Casina della Salute”. Il Sindaco ha dichiarato alla stampa che si sarebbe presentato spontaneamente alla magistratura per dimostrare la propria  estraneità a qualsiasi addebito. Ha poi tenuto una conferenza stampa dove ha provato a rispondere ai Cinque Stelle. La  replica  a mezzo stampa da parte dei Cinque Stelle è stata impietosa,  gli esponenti del Movimento  hanno ribadito, confermato e documentato le loro ragioni , con pignoleria e competenza ( Leggi  casa salute M5s ).

C’è,  nella politica attuale,   una deriva che la rende sempre meno comprensibile.  Si professa una idea, si promuovono  manifestazioni per la legalità,  dove il perno è  la richiesta di  una legge che riduca il Massimo Ribasso, si aderisce ad Avviso Pubblico  e poi,  nella quotidiana  pratica,  si fa il contrario ( La giunta Costantini/Francioso fa gare al massimo ribasso a Spilamberto per quasi 1,5 milioni di Euro). I cittadini non  capiscono e non ci pare  un esempio civico  costruttivo per le giovani generazioni.

Se il sindaco dice che si presenterà spontaneamente al Magistrato, per chiarire nel merito delle questioni sollevate dal Movimento 5Stelle,  poi lo deve fare. La credibilità di un politico consiste ancora nel rispetto dei propri impegni.

Se gli Amministratori Pubblici  non pongono  un nesso stretto tra quanto  dichiarato e l’agito,  l’impegno politico,  purtroppo percepito come il luogo della inaffidabilità, per eccellenza,  ucciderà la convivenza civile.

Se non  lo ha fatto, essendo egli  un esempio civico fondamentale della nostra comunità, ha il dovere di spiegarci i perché non è andato  dal Magistrato. Comunque  attendiamo una risposta.

 

 

anticorruzione._stop_giallo_4

 

 

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...