Sentenza SIPE:bravo Sindaco!

spilamberto-tetto-sfondatoSIPE: una sentenza importante e storica:  I Comuni avevano ragione, l’area ritorna interamente da programmare e soprattutto la nostra comunità non dovrà pagare 86 milioni dei Euro. Un area imponente potrà diventare una opportunità ed una risorsa della nostra comunità.

La sentenza del TAR che dà ragione ai Comuni sulla vicenda SIPE, è una grande vittoria soprattutto per il Comune di Spilamberto, che a suo tempo (nel 2010) fu il capofila della tesi “azzeriamo la capacità edificatoria a favore della società Green Village”. Ricordiamo che i Consigli comunali di Spilamberto, Vignola e Savignano, votarono per l’azzeramento dell’accordo con Green Village e poi, con atto separato, perché la scelta, anche se pareva necessaria, non era così scontata, votarono per l’azzeramento della capacità edificatoria che era stata approvata sull’area.

Scelta necessaria in quanto, senza questa, la società Green Village avrebbe conservato, in quanto proprietaria dell’area, la possibilità di costruirci nonostante l’inadempimento e il conseguente annullamento dell’accordo.

Scelta non scontata perché non solo la Green Village fece causa ai Comuni (quella stessa che ora ha perso), ma perfino la Provincia di Modena e in primis il suo presidente di allora, Emilio Sabattini, senza spiegarne chiaramente il motivo, osteggiò fieramente la decisione del comune di Spilamberto, tanto da differenziarsi poi pubblicamente con una diversa posizione processuale, ora punita dalla sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale.

 Merita un plauso la scelta coraggiosa della giunta del sindaco Lamandini e del Gruppo di maggioranza (i Consiglieri che hanno votato la delibera, in caso di sconfitta, rischiavano in proprio) che, nonostante le pesantissime pressioni (economiche, giornalistiche e giudiziarie), hanno anteposto gli interessi di Spilamberto a tutto. Sappiamo che non è stato facile, ma il coraggio paga ed i cittadini di Spilamberto lo sanno.

spilmberto tetto due

Vediamo dalla pagina di FB che Lamandini segnala il valore determinante dei tecnici che lo hanno accompagnato in questa difficile scelta: l’avv. Graziosi, il Segretario comunale dell’epoca Stracuzzi, i responsabili comunali Andrea Simonini, Alessandro Mordini e Letizia Vita Finzi. Ci pare di capire che ci fosse un affiatamento molto alto. Scelte politiche chiare, coraggio e una squadra affiatata e competente : il segreto del successo.

Qui un breve riassunto delle puntate precedenti (link) e una considerazione: visto che il principale artefice tecnico della tesi a noi contraria per conto della stessa Provincia di Modena, fu il dott. Sapienza, ora nostro segretario comunale, cosa ne pensa ora della sua totale sconfessione?

Attendiamo di vedere come l’Amministrazione spilambertese, cui è stata restituita tutta la capacità edificatoria sull’area, affronterà la complicata sfida di intervenire sulla bellissima e sfortunata SIPE.

E’ evidente che l’attuale sindaco ha da rallegrarsi e molto per la sentenza, che risolve a tutto favore del comune di Spilamberto una querelle enorme. C’è però da segnalare che il suo solo “contributo” a questo successo consiste nell’aver scelto come dirigente comunale proprio quel dott. Sapienza che è stato l’ispiratore, insieme a Sabattini, della linea processuale  della Provincia, che smentiva e indeboliva  quella del nostro comune.

sipppe

 

 

Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale, Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...