No alle Trivellazioni: ammessi i sei referendum proposti da 10 regioni.

triv unoLa regione Emilia Romagna non ha aderito alla proposta di Referendum a differenza di Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise. Si noterà che le regioni che vi hanno aderito sono di diverso colore politico, quello che conta,infatti, è che le Trivellazioni, volute dal governo Renzi,  vengano proibite

ed è quindi giusto togliersi le giacchette delle appartenenze ideologiche e muoversi per  il bene dei cittadini che si vuole rappresentare, non è grave se destra e sinistra sono d’accordo su una cosa. Inaccettabili sono gli accordi sottobanco.

 La Corte di Cassazione ha approvato i sei quesiti referendari contro le trivellazioni in mare presentati da dieci Regioni italiane. E’ una notizia che sta passando nelle cronache senza troppa enfasi ma che riveste un’enorme importanza, tanto più a distanza di poche ore dall’apertura della conferenza internazionale di Parigi sui cambiamenti climatici.

triv due

Il “no alle fossili” su cui ci stiamo battendo ( Vedi marcia sul clima),  acquisisce, dopo questa sentenza, una forza straordinaria e il popolo italiano vede concretamente più vicina la possibilità di abrogare quelle norme dello Sblocca Italia e del Decreto Sviluppo che aprono la strada alle ricerche petrolifere in mare. Tocca ora alla Corte Costituzionale  giudicare l’ammissibilità e permettere  ai cittadini di esprimersi in ordine a decisioni sull’ambiente e sul futuro climatico che non possono essere lasciate nelle mani dei potentati economici dell’energia. Il petrolio lasciamolo dov’è, preserviamo i nostri mari dallo scempio delle trivellazioni, puntiamo al 100 per cento di energia da fonti innovabili entro il 2050 e ripensiamo l’economia e lo sviluppo prima che diventi impossibile invertire la rotta verso l’irreversibile crisi climatica.

no tri s

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, nazionale, Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...