Adesione di Spilamberto Cittadinanza Attiva alla Marcia Globale per il Clima del 29 Novembre

climam 2 Dal 30 novembre al 12 dicembre si terrà a Parigi la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, l’appuntamento in cui i potenti della Terra sigleranno l’accordo sulle strategie da mettere in campo per arrestare la febbre del pianeta. Chi non avrà voce e potere decisionale in quelle giornate saranno i popoli e le comunità che degli impatti ambientali dell’attuale modello produttivo subiscono in maniera diretta le conseguenze.

Per questo, il 29 novembre, è stato lanciato un appuntamento di mobilitazione internazionale, una Marcia Globale per il Clima che dia spazio e risalto alla voce inascoltata e ignorata dei popoli e delle comunità impattate.

Il valore di questa mobilitazione globale è chiaro. Essa pone al centro l’esigenza di un’agenda politica comune. Il protagonismo di movimenti, comitati, associazioni e realtà sociali denuncia quotidianamente gli effetti dell’attuale modello economico sui territori e oppone ad esso la necessità di rifondare il sistema produttivo sulla giustizia ambientale e sociale, scardinando i meccanismi di sfruttamento e depauperamento dell’ambiente e delle risorse comuni.

climam 3

I dubbi sulla reale efficacia degli accordi della COP21 sono più che fondati: non sarà una conferenza ONU a fermare la devastazione e il saccheggio dei territori messi in moto dal decreto Sblocca Italia con la nuova spinta alle fonti fossili e ai meccanismi antidemocratici del commissariamento, con le facilitazioni alle lobby del cemento, delle grandi opere inutili e dell’incenerimento dei rifiuti. Non sarà la COP21 a fermare industrie inquinanti, sistemi di produzione e distribuzione alimentare insostenibili, speculazione edilizia su ogni angolo di terra disponibile, mercificazione e privatizzazione di risorse essenziali, trattati commerciali internazionali siglati ad esclusivo vantaggio del mercato e a scapito dell’ambiente e dei diritti.

La Coalizione Clima unisce realtà e soggetti sociali, tra cui Spilamberto, Cittadinanza Attiva che hanno risposto all’appello globale e stanno organizzando la mobilitazione in occasione della Marcia Globale per il Clima, prevista a Roma il prossimo 29 novembre. Serve anche un’attenzione alle vertenze territoriali per arginare e contrastare gli effetti distorti delle attuali “politiche di sviluppo” che si scaricano sull’inquinamento dell’aria come accade con le serre di Settecani.

Spilamberto, Cittadinanza Attiva che ha una identità ambientale ed ecologica molto forte  farà la sua parte.

climam 1

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, cittadinanza attiva, nazionale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...