L’outing di Ferrero sui 5 stelle alla festa di Rifonda di Spilamberto

vai vai vaiLa festa di Rifondazione Comunista,  a Spilamberto, è un motivo d’orgoglio per gli organizzatori.  E’ grandioso, per un piccolo partito,  riuscire a tenere in piedi una festa così e farla vivere come un evento del paese. 

Ogni anno pertanto  è “dovuto”  l’intervento del segretario nazionale di Rifondazione,  Ferrero.  Lo abbiamo ascoltato  con interesse ed abbiamo raccolto tre concetti decisamente interessanti.

La Critica al neoliberismo, che condividiamo e di cui spesso parliamo in questo blog.

Adesione al processo di costruzione di un nuovo soggetto di sinistra che metta in campo una  nuova cultura di governo. Queste le affermazioni:  “Dobbiamo provarci con modalità condivise con  altri” “non possiamo continuare  a stare fermi” “se la torta è buona lo si impara mangiandola”. Era finora  incerta la partecipazione di Rifondazione al progetto di creazione di un inedito soggetto politico, a sinistra.

spilla vai

Le affermazioni più indicative però riguardano i 5 stelle.  Alcuni partecipanti,  intervenendo, hanno sostenuto che   i 5 stelle dovrebbero  essere considerati  alleati indispensabili. Ferrero ha fatto, con ragione, notare che con le altre forze politiche i 5 stelle  sono settari ed indisponibili al confronto, oltre a presentare un ostacolo per la collocazione europea che hanno scelto. Ha fatto, infine, una affermazione decisamente di rilievo. Ferrero ha dichiarato che,  se si dovesse votare con l’Italicum e si dovesse scegliere tra Renzi ed un candidato del Movimento  5 stelle, lui voterebbe il candidato dei cinque stelle. Applaudito!

Tutto questo in un momento in cui la Stampa del 2 /9/2015  pag 7  titolava “ Quelli che improvvisamente darebbero il voto ai 5 Stelle” e il sondaggista Roberto Weber sempre sulla Stampa dichiarava: “Fenomeno che riguarda quelli che votavano PCI, DS e PD.”.

galli italicum 5

Il PD dovrebbe essere  preoccupato. Per molti, che sono confluiti nel PD come naturale sbocco ad una appartenenza di sinistra,  diventa  più labile  l’idea che si debba votare PD per fermare la destra. ( Parafrasando Gaber “Cos’è destra? cos’è sinistra?” potremmo chiederci” Chi è di destra?” “Chi è di sinistra?” ).  Ferrero, di fatto, ha sdoganato a sinistra il movimento 5 stelle e  dato una argomento aggiuntivo agli elettori  del PD che stanno  pensando di votare Grillo.“Se lo vota al ballottaggio persino  Ferrero perché non potrei farlo io che sono più  moderato ?”

Fare il partito della nazione è pericoloso ( lo abbiamo già visto in altre epoche storiche) perché poi tutti gli altri si coalizzano contro. Il PD farebbe bene a rivedere  la riforma del Senato e dovrebbe cambiare la legge elettorale, altrimenti tutto potrebbe crollargli   addosso.

Questa voce è stata pubblicata in nazionale, politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’outing di Ferrero sui 5 stelle alla festa di Rifonda di Spilamberto

  1. Ivo ha detto:

    Credo sia la quindicesima volta che Ferrero lancia l’idea di “un soggetto nuovo a sinistra dello schieramento politico”. Il patetico “la torta si scopre se é buona mangiandola” dovrebbe confrontarsi con le mille volte in cui qualcuno é stato escluso da questo percorso perché sospettato di non essere allineato o sufficientemente ortodosso alla linea. Non entro nel merito delle tesi di Ferrero che in larga parte condivisibili a livello generale scadono poi nei soliti luoghi comuni (ad esempio una lettura della società italiana ancora prettamente ancorata ad una classe operaia che nei termini di Ferrero ha smesso di esistere anni fa..), ma é di un certo interesse notare che ormai la minoritá ideologica e marginalità politica é tale in questi soggetti da aprire’ ai grillini negli stessi giorni in cui il loro leader e, ricordiamolo, padrone e depositario del loro ‘brand’, si schiera con V. Orban contro Germania e Austria sulla questione profughi. Davvero un capolavoro. Poi rimangono tutte le critiche al PD e alle sue inconcepibili politiche, ma se dobbiamo ripartire da Grillo e Crimi per allargare il campo della sx critica…

    Mi piace

  2. Condividere Spilamberto ha detto:

    Segnaliamo un post su FB di Massimo Mezzetti che esprime un punto di vista diverso rispetto a quello di Ferrero ed affronta il “temone” su cui deve misurarsi il nuovo soggetto politico: la politica delle alleanze ed il “come” il nuovo soggetto si debba rapportare con il PD ed altri, compresi i civici.

    Mi piace

  3. federossa ha detto:

    ” Grandioso riuscire a tenere in piedi una festa così e farla vivere come una festa del paese” forse gli è sfuggito che tanta gente và alla festa….PERCHE’ SI MANGIA BENE! Del partito 0,…. non interessa a nessuno!

    Mi piace

    • Ivo ha detto:

      Un giorno una signora urlò a G.B. Shaw, incredulo sul tema spiritismo piú o meno questo, abbiamo fatto una seduta spiritica e dopo qualche minuto il tavolino si é mosso. Questo é innegabile!. Shaw la guardò e disse:” vede, sono sempre i più intelligenti a muoversi per primi”.
      A lei la scelta se essere il tavolino o la signora.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...