Il PD contro il massimo ribasso deciso dalla Giunta di Spilamberto.

legalità sei La nostra posizione è diversa da quella del PD di Spilamberto. Noi riteniamo che i ritardi nelle due opere più importanti del nostro paese,siano imputabili alla giunta e non al fato. Per quanto riguarda Piazzale Rangoni riteniamo inoltre che sia stato un errore fare modifiche senza interpellare la Sovrintendenza alle Belle Arti. Chiediamo   che entrambi i bandi vengano  ritirati e riproposti con  il criterio ” economicamente più vantaggioso”.La proposta del PD è politica e, probabilmente, cerca di portare a casa un progetto rispetto ai tempi concordati con la Regione, su cui la giunta ha perso un anno. . Ecco il testo del comunicato del PD di Spilamberto. Buona lettura CS

LAVORI AL PIAZZALE RANGONI E CASA DELLA SALUTE: BENE I LAVORI MA NO AL MASSIMO RIBASSO

Nelle scorse settimane, il Comune di Spilamberto ha finalmente emesso due importanti gare d’appalto che, ne siamo sicuri, cambieranno la faccia del nostro paese: quelle relative ai lavori per il Piazzale Rangoni e la Casa della Salute, lì dove sorgeva l’ex Coop, in viale Quartieri

Occorre ricordarlo: si tratta di dare avvio a due cantieri a cui la precedente amministrazione ha messo le basi. Infatti, per ciò che concerne il Piazzale Rangoni, si mette in atto un secondo stralcio di lavori (il primo fu il rifacimento del muro di via Piccioli) di una serie di lavori destinati a riqualificare il Centro Storico. Iter iniziato nel 2013, quando il progetto dell’Arch. Federica Gozzi ricevette il finanziamento regionale di 475 mila euro. Qui il comunicato stampa di quando fu assegnato il finanziamento.

legalità omega

Per la Casa della Salute, invece, si è trattato di rimettere mano al vecchio progetto di spostamento dell’ASL da viale Marconi (dove, in futuro, troverà sede la nuova ala delle Scuole) alla sede dell’ex-Coop. Stop dovuto, è importante ricordarlo, dal crac dell’ICEA, azienda a cui spettavano i lavori.

L’attuale Giunta, dopo aver modificato parzialmente i progetti,(qui un articolo sul Piazzale Rangoni) ha dato appunto il via a queste due gare.

Il Partito Democratico di Spilamberto è felice che queste due opere verranno realizzate. E’ tuttavia molto perplesso sulle modalità di emissione. Infatti, per entrambi i bandi è stata usata la tecnica del “Massimo Ribasso”, ossia, banalizzando ma arrivando al succo del discorso, di affidare i lavori a chi presenta un’offerta più economica per realizzare i lavori. Sappiamo che questa procedura ha l’assoluto vantaggio di accorciare i tempi di aggiudicazione, quindi siamo comprensivi sul fatto che questa tecnica sia stata usata per il Piazzale Rangoni (700 mila euro di lavori) dato che rischiava di sparire il contributo regionale per via dei tempi, lo siamo un po’ meno sulla Casa della Salute (995 mila euro).

Ricordiamo che in Parlamento è già passato al Senato una riforma che, tra le altre cose, pone diversi limiti all’uso di questa tecnica. Il PD, poi, si è dichiarato contrario all’uso del Massimo Ribasso già da qualche mese, ma non è solo. A Bologna addirittura Comune, sindacati e associazioni di categoria hanno firmato un protocollo che, tra le altre cose, mette uno stop a questa tecnica. Perfino Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, ha messo in guardia sui pericoli riguardanti il Massimo Ribasso.

TRASPARENZA SEI

Insomma, va bene fare le opere, ma il PD chiede di non sottovalutare anche sul COME farle.Chiediamo, quindi, che il bando per la Casa della Salute venga ritirato e ripresentato con un’altra tecnica, quale l’Offerta Economicamente più Vantaggiosa, che non premia le aziende che fanno più sconto, ma appunto l’offerta che coniuga meglio qualità e prezzo. Senza scordarsi di rimediare ad un’altra leggerezza: il Progetto della Casa della Salute non è mai stato presentato in Consiglio Comunale. Si dovrebbe rimediare in tempi brevi.

E’ ormai acclarato che il Massimo Ribasso, pur tuttora legale e sicuramente “attenuato” dalla possibilità di mettere in gara un numero limitato e selezionato di aziende, è uno strumento non sicuro per la qualità dei lavori e, in alcuni casi, è lo strumento preferito dalla criminalità organizzata per infiltrarsi. Crediamo e siamo fiduciosi che ciò non accadrà, ma bisogna stare molto attenti.

Spilamberto 23 agosto 2015

Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, istituzioni, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...