“Arrampicatori” di Spinalamberto!!

Rocca fineIn molti ci hanno segnalato anche con servizi fotografici il loro disappunto per le modalità con cui durante Spinalamberto ( manifestazione a cui tutti siamo attaccati) si è svolta la dimostrazione  degli “arrampicatori”. Gli argomenti dei cittadini sono sensati. Scegliamo di rendere virale il testo ( Vedi l’originale) apparso su l’opinione di Spilamberto. Garbato ma molto chiaro. Vedi  riepilogo luglio

Le domande di fondo, però, ci paiono chiare: i proprietari di casa hanno autorizzato le scalate ? Soprattutto la Sovraintendenza alle Belle Arti è stata informata? Sapevamo  di scalate di grattaceli non ancora di Torrioni e Rocche medievali. Si impara sempre qualcosa! Buona Lettura. CS

 Testo  l’Opinione

 A Spilamberto, dal 10 al 12 luglio scorso, si è tenuta la manifestazione SPINALAMBERTO, ovvero una speciale festa della birra con moltissimi espositori e venditori di birra artigianale.

L’iniziativa è riuscita piuttosto bene, ed ha attirato parecchie migliaia di visitatori.

Nell’ambito della citata manifestazione era stato predisposto, sabato 11 luglio, uno spettacolo di Street Boulder, ossia un tipo di arrampicata su edifici urbani senza chiodi e corde.

Questo spettacolo è stato bello, ma ha provocato una serie di proteste non prive di fondamento.

In primo luogo vi sono stati edifici medioevali, e come tali soggetti alla tutela della Soprintendenza ai Beni Culturali, danneggiati da questa competizione.

Sono caduti a terra calcinacci di muri antichissimi, crepe già esistenti sono state allargate, e viene da chiedersi come la Soprintendenza abbia potuto autorizzare una simile pratica: viene il dubbio che non sia stata nemmeno interpellata.

In secondo luogo è successo che alcuni di questi edifici siano stati utilizzati senza chiederne l’autorizzazione ai proprietari, e si tratta di una mancanza di estrema gravità per una pubblica amministrazione che, per definizione, dovrebbe dare il buon esempio.

Ovviamente i malumori non sono ancora sopiti e vedremo se vi saranno sviluppi di carattere legale.

L’impressione che l’attuale amministrazione abbia scarsa sensibilità per il nostro patrimonio storico-architettonico, già affiorata in occasione dello sradicamento del nostro archivio storico, si rafforza dopo questa vicenda, della quale seguiremo gli sviluppi nelle prossime settimane e ne informeremo i lettori.

Questa voce è stata pubblicata in locale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...