Gay:I diritti degli uomini sono uguali per tutti!

matrimoni gay 1

I matrimoni gay sono legali in tutti gli Stati Uniti. Lo ha deciso  la Corte Suprema, con una sentenza storica che cambia la società americana.

I matrimoni fra persone dello stesso sesso erano già legali in 36 stati americani  ma altri 14 continuavano a vietarli, soprattutto al sud. Alcune coppie di Kentucky, Michigan, Ohio e Tennessee hanno fatto causa contro il divieto, e la Corte Suprema ha deciso di ascoltarla. Decisivo è stato il voto   di Anthony Kennedy, un conservatore nominato dai repubblicani, che però in questo caso si è unito ai quattro colleghi liberal. Matrimoni gay

Spiegando la sua posizione, Kennedy ha scritto che la Costituzione americana garantisce l’uguaglianza di tutti i cittadini, e quindi non era più possibile “condannare gli omosessuali a vivere in solitudine, negando loro l’accesso ad una delle istituzioni più antiche della nostra civiltà”. I quattro giudici conservatori sostengono che decidere la questione dei matrimoni gay non toccava a loro, ma ai politici, e quindi è la democrazia stessa che soffre per il meccanismo con cui si è arrivati alla loro legalizzazione.

 

Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza attiva, politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...