MODENA: tra la paura dei cittadini e la frustrazione dei poliziotti

images (5)Pubblichiamo parte di un articolo di Franco Fondriest, apparso su Prima Pagina, affronta il tema della sicurezza a Modena ed è ricco di dati. Utile per comprendere la situazione di Spilamberto, vicinissima a Modena. Buona lettura CS

 Veniamo al tema di oggi: parliamo di microcriminalità, non criminalità in generale. 

13 Agosto 2014 – Furto notturno di un quadro dal valore inestimabile del Guercino nella chiesa di San Vincenzo in corso Canalgrande; è sparita la ‘Madonna con i santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo’, datato 1639.

22 Gennaio 2015 – Un corno di rinoceronte è stato rubato al Museo di Zoologia dell’Università di Modena-

9 Dicembre 2014 – Un uomo, fingendosi un cliente, è entrato nel negozio “Merceria Maria” e dopo aver chiesto di vedere della merce ha colpito alla testa la titolare e arraffato quanto di valore ha trovato

polizia20 Febbraio 2015- Aggredita, picchiata, legata ad una sedia col filo elettrico, imbavagliata e rapinata una pensionata sui 75 anni. È’ accaduto a Modena Est; ecco il racconto:” Uno mi ha afferrato da dietro, mi ha messo un sacco in testa e poi mi ha sbattuta in terra. Mi hanno subito legato tutta e mentre uno legava un altro mi è salito sulla schiena, mi schiacciava a terra, poi pestava, mi dava calci, sulle spalle, sulla schiena. Legata e incappucciata mi hanno fatto sedere su una poltrona e ancora mi hanno legato con dei fili elettrici, quelli delle prolunghe dei telefoni”.

4 marzo 2015: rubata la bicicletta al Sindaco ( di Modena ndr), nonostante fosse parcheggiata debitamente chiusa con lucchetto, nel cortile del palazzo comunale.carabinieri

Sono solo alcuni episodi che ogni giorno, nella quasi abitudine generale, accadono nella nostra città. E’ uno stillicidio quotidiano: case, negozi, fabbriche, scuole, associazioni, polisportive, stazioni, ospedali, benzinai, ormai non si salva più nessuno.

E sono sempre più violenti.

Leggiamo notizie sulla nostra città che una volta leggevamo per le peggiori metropoli di altre parti d’ Italia e del mondo.

Ma vediamo come stanno le cose; i dati che riportiamo sono, per la maggior parte riferiti al 2013, ma la situazione, dopo, non è certo migliorata.

Secondo le stime FIAB, sono:

tre/cinquemila biciclette rubate all’anno ( Modena ndr)

Secondo il rapporto della LoJack su “I furti d’auto in Italia” basato sui dati del Ministro, dell’interno, sono:

  • 474 le auto rubate (nel 2012) a Modena, di cui 391 ritrovate

Secondo i dati della Regione Emilia Romagna su fonte ministero dell’Interno – Dipartimento della pubblica sicurezza, a Modena, ci sono stati, nel 2013:

926 i furti nelle abitazioni

666 furti negli esercizi commerciali

215 rapine, di cui 12 nelle abitazioni

109 scippi violenti

96 furti con strappo

870 furti con destrezza

11 rapine in banca

vigili urbaniIn sintesi, ogni giorno, che piova o che ci sia il sole, a Modena, circa 10 cittadini si trovano senza bicicletta, 3 subiscono furti nelle case, altri 3 subiscono furti con destrezza, 1 e mezzo non trova la sua auto; e poi, ogni giorno 2 esercizi commerciali subiscono furti; quasi ogni giorno c’è una rapina, e ogni mese ce ne è una in casa ed una in banca.

E parliamo dei reati regolarmente denunciati che, come si sa, non sono la totalità.

Ricordiamoci che quello della sicurezza è uno dei diritti fondamentali dei cittadini, sottolineando poi il fatto che questo dovrebbe essere uno dei primo impegni della sinistra; infatti, sono spesso le categorie socialmente più svantaggiate che vengono penalizzate da questo grave problema, anche se fa più “notizia” quando un personaggio importante e ricco ne è vittima; ma questi ultimi hanno molti più mezzi per tutelarsi.

Basteranno le parole rassicuranti del Sindaco ( e gli ex carabinieri ed ex alpini) e del Prefetto per ridurre fiducia e serenità ai  modenesi?

Basteranno le rassicurazioni dell’ apposito ufficio del comune che ci dice che si tratta di “paura percepita” più che di fatti oggettivi?

Basterà chiedere qualche poliziotto in più?

Ma va!  Non fateci ridere

Siamo proprio sicuri che il problema dei modenesi, sia il terrorismo islamico? O non piuttosto, la paura quotidiana?

   (continua)

Questa voce è stata pubblicata in locale, politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...